1.12.13  
dritto al sodo 
 
 
Bravo Ferragina, dritto al sodo! 
Farai 'la' Patrimoniale? abbatterai con carcere e manette la grande e criminale evasione fiscale, non quella di necessità, e la corruzione? col ricavato istituirai il reddito base di cittadinanza, farai investimenti pubblici in pro del bene comune della ricchezza collettiva? 
In una domanda sola.  
Drenerai imponenti quantità di denaro dal decimo della popolazione che ha la metà della ricchezza alla metà della popolazione che ne ha un decimo? 
Se sì ti voto, se no, abbiamo già dato. 
Il dibattito è tutto qui. 
E nessuno risponde sì. Né intende la domanda. 
Infatti non c'è dibattito 
..e nemmeno i voti. 
 
---------------------------------------------------- 
    
beh, se non altro, avanti così.. di carta igienica non ne servirà più molta, non solo nelle scuole 
----------------------------------------------- 
 
 
ma quale 'frodatore fiscale' d'Egitto! 
quello è un bandito, un nemico della nazione a tutto tondo! 
------------------------------------ 
 
 
 
Tutto il mistero della faccenda Italia riposa nella risposta a questa semplice domanda. 
Per chi lavora Letta?  
Lo zio intendo, wath else? 
---------------------------------------------------- 
 
la 'crisi' è una rapina?.. 
 
oooh, finalmente!! 
meno male che ci siamo arrivati!.. 
 
 
non era difficile, no? 
 
 
1.12.13  
oltre il settarismo 
 
 
l'ultima volta che il grillo ha annunciato la messa in stato di accusa per Napolitano ha fatto seguito una smentita in cui ha precisato che scherzava, che era per finta 
in perfetto stile berluscota 
ora ci rifa 
sarebbe grave fosse un altro bluff, una nuova boutade 
su certe cose non si cazzeggia, come ha un po' sempre fatto sul "Delinquente naturale" nazionale 
e su certe cose li si sostiene gli Ingroia , non gli si sbatte la porta in faccia, per tapini interessi di botteghino elettorale 
e il 51% e oltre levatevelo dalla testa.. oltristi 
levate i voti dal frigo 
non siate totalitari, fatele st'alleanze 
 
"con chi?!"..dite? 
 
col 40 per cento di astenuti, con tutti quelli che non vi votano, con Civati, Rodotà, D'Arcais, Landini e la base del PD, coi cristiani veri e il cattolicesimo popolare, i don Ciotti, i Farinella, con Ferrero e Ingroia,, gli ecologisti, sel depurata di vendola, i verdi, i viola, e tutti i rossi della diaspora.. 
con chiunque sia contro il regime mafionico 
essere egemoni è un conto, altro pretendere l'omologazione nella setta ( in forte olezzo di anticomunismo viscerale anche per chi è e resta di sinistra) per conseguire quel 51%  
significa congelare i voti che si hanno e convertire in vuoti a perdere quelli che si potrebbero avere 
............................................................ 
 
mi zittisci, fascio a cinque stelle? 
allora te lo dico bonariamente 
stai a cuccia e lecca e scodinzola a comando lì nel refugium frustratorum 
cambia, e chissà se in meglio, l'oggetto, ma la forma della vostra ottusa e zotica adorazione è una e medesima che quella dei bondi, razzi, gasparri, biancofiore e santanché 
e prelude ai medesimi lerci e depravati approdi 
............................................................................... 
 
capisco che non gliene frega una mazza, 
ma voglio rammentarlo di quando in quando 
io li odio quelli del PD, 
e anche quelli del non-PD... 
come Renzi 
 
sono bipartisan nell'odio 
 
................................................................ 
 
nel mio piccolo, votando Ingroia, ero disposto anche l'altra volta a sradicare il marciume 
ma c'è chi non voleva rischiare di sporcarsi e ha rimandato a momenti migliori e più sicuri e di maggior gloria 
nel frattempo la putrefazione del marciume si è consolidata in forme ufficiali, istituzionali e formula bipartisan di governo sotto l'egida del Grande Garante 
legalizzata, normalizzata 
 
ci ha dovuto pensare la magistratura al Grande Untore, che comunque ancora appesta a piede libero 
per il totale e definitivo repulisti aspettiamo la nuova tornata e trionfo elettorali del  Non-partito Unico democratico-diretto..oltre. 
per il momento pare  ne avremo fino al 2015 
nel frattempo per la puzza e i miasmi basta tapparsi il naso e all'ora x votarlo, tutti, indistintamente, compresi i trinariciuti 
 
....................................................................................................................................... 
 
Bene. 
Denuncia piena e dura e annuncio di  impeachment contro Napolitano. 
Ma qualcuno mi potrebbe dire anche cosa ha detto riguardo a Berlusconi e il suo entourage e retaggio cri minali ? 
Di cotte e di crude, nevvero? scommetto che lo ha strapazzato ben bene, ha spronato la massa a giubilare e far festa per la condanna e la cacciata dal senato e ha annunciato un processo politico e popolare contro l'usurpatore, gli accoliti della sua banda e le torme di servi prezzolati 
Ma lo chiedo perché l'articolo temo sia  lacunoso al riguardo. 
Non c'è una sola menzione in proposito, quel nome non ricorre mai. 
Deve essersi distratto, o aver sottovalutato il problema e il pericolo..il giornalista. 
O magari ha una corsia preferenziale per l'astio e il disprezzo per la sinistra omertosa e connivente, a scapito della destra spudo rata e delin quente. 
È fatto così l'anticomunismo viscerale. Ti trascina talmente che finisci con lo scoprire affinità elettive e comune sentire persino con hitler o belzebù in persona, figurarsi col perseguitato nostrale della Magistratura Brigatista. 
 
PS. A tal proposito vorrei precisare, ad onor del vero, agli onorevoli grillini, che il merito della de-caduta del bandito è solo ed esclusivamente della magistratura 'democratica' di questo paese. 
Né loro né di nessun altra forza politica, le quali tutte ne hanno casomai ignorato e boicottato l'opera.  
E dico 'tutte'. Trasversalmente. 
 
*********************************** 
 
4 dicembre 2013 
Il Porcellum dichiarato incostituzionale dalla Corte Costituzionale in riferimento al premio di maggioranza senza una soglia minima e all'impossibilità di  preferenza. 
 
*********************************** 
 
4.12.13 
 
Crozza 
 
Il più intelligente uomo politico oggi in Italia. 
( voti 48) 
------------------------------ 
 
"E Floris? L'ho visto un po appassito.") 
............... 
Impossibile! ..È di plastica! 
 
 
5.12.13 
 
confraternità quirinalizia 
 
Oh, ma gli stanno proprio a cuore i detenuti a questo Presidente, eh? 
Che brava persona.. che confraternità! 
Detenuti e detenendi, l'indulto è uguale per tutti! 
Come si sentisse in obbligo, come fosse pressato. 
E infatti lo dice che qualcuno glielo intima, glielo impone. 
È l'Europa, chi altri. Che su evasione e corruzione o reddito di sussistenza auspica e basta per anni e anni, ma su svuotamento carceri, come il massacro  pensioni, sanziona le infrazioni. A discrezione. Nostra. 
C'è pure una scadenza. Maggio! pensa un po'. 
Sei mesi, una buia eternità oggi come oggi e ha dato l'ultimatum al Parlamento, che chissà se ci sarà, domani!  
Ma ha più fretta per il tana liberi tutti, e libero 'Lui', che per la legge elettorale che l'Europa no, ma la Consulta sì, ha dichiarato fuorilegge, adesso, come il Parlamento e il Capo dello Stato che ha partorito. 
E come già, anche in proprio, ad abundantiam, il capo del governo e malvivente abituale. 
Ma sai com'è, meglio far vedere che ci si dà da fare..adesso! 
E quindi, un monito, una reprimenda, un liscio e busso alle brigate di magistrati affetti da protagonismo, perché stiano al loro posto e zitti, senza ledere le altrui, ovver 'non proprie', prerogative e via a studiare provvedimenti di clemenza per imputati e condannati, a destra e a mancina, erga omnes, ceeerto, ma ad personam ! per la dignità, della persona. 
Con tanto di note, istruzioni e bugiardini, per procure, camere e governi, o singolo interessato, per accedere a Sua Grazia e far giustizia delle sentenze di condanna.(per dare alla Giustizia il colpo di Sua Grazia) 
E altolà, nessun s'azzardi a buttar fuori la ministra Cancelliera perché cancella le condanne e fa aprire i cancelli, dacché quello è il suo ruolo ed è stata messa lì per quello. Ha già pronto il progetto, ha detto lei, infatti. 
Però mirato. Le celle dovran sfoltirle, ma ci scommetto, dietro le sbarre resteranno  gli autori dei delitti più efferati, notav, populisti, anarcoinsurrezionalisti.. e tutti i figli de..i fiori, d'ogni sorta. 
Chissà se piacerà, al Quirinale. 
 
 
 
Sai com'è, meglio far vedere che ci si dà da fare..adesso! 
E quindi, un monito, una reprimenda, un liscio e busso alle brigate di magistrati affetti da protagonismo, perché stiano al loro posto e zitti, senza ledere le altrui, ovver 'non proprie', prerogative e via a studiare provvedimenti di clemenza per imputati e condannati, a destra e a mancina, erga omnes, ceeerto, ma ad personam ! per la dignità, della persona. 
Con tanto di note, istruzioni e bugiardini, per procure, camere e governi, o singolo interessato, per dare alla Giustizia il colpo di Sua Grazia. 
E altolà, nessun s'azzardi a buttar fuori la ministra Cancelliera perché cancella le condanne e fa aprire i cancelli, dacché quello è il suo ruolo ed è stata messa lì per quello. 
Ha già pronto il progetto, ha detto lei, infatti. 
Però mirato. Le celle vanno sfoltite, ma dietro le sbarre resteranno  gli autori dei delitti più efferati, notav, populisti, anarcoinsurrezionalisti, immigrati ..  
e tutti i coatti e figli de..i fiori, d'ogni sorta. 
 
 
 
11.12.13 
 
Sobillatori, Grillo, Polizia e Sua Santità 
 
Nel suo appello, Grillo non ha ragione. Ha ragionissima.  
Ed era ora, oltre che assennato e responsabile, che qualcuno lo dicesse forte e chiaro. 
Il primo Pregiudicato d'Italia. 
Colui che ha più processi in corso e imputazioni addosso che parrucche in testa. 
Che dovrebbe stare in galera perché per gli arresti domiciliari e l'affidamento ai servizi sociali non ha titolo. 
Che a distanza di mesi dalla sentenza che lo ha definitivamente e solennemente  marchiato come delinquente "naturale" è ancora a piede libero,  anzi ..a cavallo, dacché evidentemente le prerogative presidenziali che contano sono solo quelle da far valere contro i magistrati (antimafia e antitrattativa stato-mafia) non contro  Cavalieri.  
Che  svolge indisturbato attività politica ed occupa quotidianamente le prime pagine dei giornali. 
Che non è stato ancora privato per indegnità e con infamia della onorificenza di Cavaliere oltre che della carica senatoria perché  
Costui ha torme di agenti dei servizi, coi loro occhiali neri demenziali che gli fanno da gorilla e guardaspalle, delle forze di polizia e della benemerita Arma dei Carabinieri, non per tradurlo nelle patrie galere, ma per scortarlo e proteggerlo, lui, non i cittadini da lui,  e vigilare sulle sue dimore postribolo, sulle sue cosche, le mignatte e le cagnette 24 ore su 24. 
E così tutti coloro che risiedono nei luoghi a più alto tasso di criminalità nazionale, parlamento e istituzioni. 
 
Blindati contro i Cittadini! Non è paradigmatico, oltre che osceno?  
 
E non è degradante, umiliante, mortificante tutto questo per le forze dell'ordine? 
Non lo è che debbano proteggere la sozzura le squillo di lusso ingioiellate e dei loro papponi alla prima della Scala invece che il popolo alla fame? 
 
Che nessuno dica mai no, "obbedir tacendo", non vuol dire omertà e connivenza in-divisa?  
Anche loro tengono famiglia, ma non c'è da vergognarsi, quando torni a casa, se è questo il lavoro che ti fanno fare? 
 
----------------------------------------------------------- 
 
" Togliersi il casco in segno di manifesta solidarietà e totale  
condivisione delle ragioni a base della protesta odierna di tutti i  
cittadini che hanno voluto gridare basta allo sfruttamento e al  
soffocamento dei lavoratori e delle famiglie italiane, è un atto che per  
quanto simbolico dimostra però che la misura è colma e che i palazzi,  
gli apparati, e la stessa politica ormai sono lontani dai problemi reali  
dei cittadini e troppo indaffarati ai giochi di potere per la propria  
sopravvivenza e conservazione della casta.....  
Si ricordino il passaggio biblico nel quale si afferma: - Terribile sarà l’ira degli onesti"  
 
E non l'ha mica detto quel facinoroso di Grillo. L'ha scritto papale papale il segretario del maggior sindacato degli agenti di polizia.  
 
E a proposito di papale....  
"Invito tutte le istituzioni del mondo, tutta la Chiesa e ognuno di noi,  
come una sola famiglia umana, a dare voce a tutte le persone che  
soffrono silenziosamente la fame, affinché questa voce diventi un ruggito in grado di scuotere il mondo"  
 
Non l'ha detto Grillo. Lo ha dettoil Papa.  
 
Li hanno già denunciati per istigazione alla sedizione e alla rivolta?  
 
------------------------------------------ 
 
 
La storia corre e ricorre ma evidentemente non insegna proprio un bel niente. 
Se per anni e anni e anni invece di fare l'opposizione di sinistra, hai fatto la sinistra apposizione, omertosa, connivente e complice, alla destra più becera e cialtrona e hai scimmiottato malamente il capo di quell'associazione a delinquere, se come sindacato sei riuscito a non fare uno scioperino che sia uno nella stagione più nera e feroce di aggressione violenta allo stato sociale, ai diritti e dignità dei lavoratori, alla democrazia e allo stato di diritto, se alla fine di questa tragica corsa proponi trionfalmente e a furor di urne a pagamento, come soluzione e sol dell'avvenire la sola di un nuovo comico citrullo teleguidato, mentre hai lasciato vuote e deserte strade e piazze di questo paese, inascoltato il grido di dolore che saliva dal popolo, se della sua sovranità hai fatto strame, con infami alchimie e marchingegni elettorali e criminali alleanze di governo.... 
poi non puoi venire a frignare da me perché quelle strade e quelle piazze le occupano i fasci, caporioni delle mafie e camorre unite e assortite, e qualcun altro viene in porsche a soffiare sul fuoco, a strumentalizzare rabbia, disperazione e frustrazione. 
Quelli fanno il loro mestiere, escono dalle fogne. 
Sei tu che non hai fatto il tuo. 
E le pantegane che corrono da per tutto son tutto merito tuo. 
 
Sì! Basta con la violenza!  
Che un decimo della popolazione possieda metà della ricchezza e metà un decimo, e non abbiate fatto una patrimonialina ina ina né una redistribuzioncina del cappio, che ci abbiate strangolato con un debito pubblico verso il credito privato scatenando equitalia solo contro dipendenti e pensionati,  mentre gli scudati evadevano alla grande indisturbati, che abbiate condonato 90 miliardi ai biscazzieri, destinati centinaia agli aerei da combattimento, ai buchi stolti e inutili nelle montagne, alle guerre di pace in ogni parte del mondo, che abbiate gozzovigliato nel truogolo del pubblico denaro tanto più bestialmente quanto più crescevano povertà, disoccupazione e disperazione sociale, che abbiate fatto in un giorno una riforma spietata delle pensioni mentre il reddito minimo di sussistenza che in Europa c'è da venti anni da noi è argomento marziano e tabù, che manager, finanzieri e grandi boiardi di stato guadagnino migliaia di volte di più di un salariato, che tanta oscena ricchezza sia stata esaltata, ostentata, celebrata,  che ci abbiate privato del diritto di voto e asservito la repubblica all'organigramma parallelo massone e mafioso, che abbiate consentito a un delinquente incallito di usurpare e stuprare le istituzioni, abbiate spappolato cervelli, appestato coscienze e costumi con le tv e l'informazione serve e prostitute,  fatto questo bipartisanamente e trasversalmente e solennizzatolo nel governo in carica.... 
sì, questa è violenza, dura, fredda, cinica, feroce. 
 
E dunque.. Sì, basta! a 'qualsiasi' costo, con 'questa' violenza. 
 
 
................................................................................ 
 
 
 
12.12.13 
 
 
 
Renzi, "ci vuol tempo a diventar giovani" 
 
 
Una cosa va detta. 
Renzi ha una faccia che sprizza intelligenza da tutti i porri. 
ma che scherza?..passaggi epocali!!! 
folgorazioni geniali, inedite, pregne di contenuto, concrete, sostanziali... 
quella è la Direzione che Renzi 'dovrà' seguire. 
Quindi significa che il bimbo, fra una decina d'anni, quando ne avrà cinquanta, si toglierà spontaneamente dai coiomberi? 
Bah..è già una consolazione. 
 
  
 
 
12.12.13 
 
 
Varese, un genitore protesta e fa saltare la benedizione natalizia a scuola  
____________________________________________________________________________ 
 
In democrazia il primo dovere della maggioranza è tutelare i diritti delle minoranze. 
Taluni diritti, e principi fondamentali, in uno stato di diritto, per l'appunto, sono sottratti alla dialettica maggioranza-minoranza. 
Se anche tutti i cittadini, nessuno escluso, fossero cattolici, lo stato no, non può esserlo. 
Lo stato è a-confessionale, conditio sine qua non, ribadisco, per la libertà di religione. 
 
  
"una benedizione a scuola non centra niente con lo stato laico!!.." 
................................ 
 
e io che ho detto? che non c'entra niente!..a scuola! 
a casa..ne ho due di figli, e la più piccola è cattolica, fervente 
lei va alla santa messa, io no 
non siamo cattolici in blocco, ma laici tutti e rispettosi della libertà di coscienza sì 
gesù come uomo è amatissimo da tutti in famiglia 
e anche buddha 
quand'è la festa nazionale di buddha? 
 
 
E non gli ci entra nel cervelletto che lo Stato è laico, laico, laico, neutro, agnostico, e che questa è la sua unica morale e religione,  
e l'unica condizione per l'esercizio effettivo e universale della libertà di coscienza e di espressione, ivi compresa quella del proprio credo e del proprio culto. 
A quei genitori tutta la mia stima e approvazione. 
 
 
Se è per questo, confesso, con cristiana onestà, che a me non andare al lavoro mi piacerebbe tutti i giorni dell'anno, non solo a Natale. 
Lei in quanto credente cristiano, riceve da chi è altrimenti credente, il beneficio di sopportare pazientemente che nel calendario civile vi siano festività "cristiane".  
 
................................................................................. 
 
 
Sciopero Forconi, terzo giorno di protesta. Roma blindata per fiducia a Letta 
 
molto probabilmente no, ma sicuramente una patrimonialina ina ina  non va a genio neanche ai non-organizzatori di 'questa roba' 
piangan se stessi che son la causa di tali effetti 
............................................................... 
 
 
ad personam 
 
Un'ultima cosa va detta. 
Quando si sale in cattedra e si pontifica così seriosamente e farisaicamente su un' innocente e innocua battutina, su un giochino di parole, e con tutto quel che bolle in pentola, la lezioncina è una sola, oltre che una sòla. 
Che il Savonarola de noantri di turno è sprovvisto deltutto non solo di sens of humor ma anche di sale in zucca, sicut genus hanimalis. 
E se gli capita di vedere, che so, un Crozza, affoga in un mare di lacrime e di dolore. 
 
 
14.12.13 
Arcais vs Della Loggia 
 
Magistrale replica di D'Arcais che risplende per rigore e limpidezza argomentative a fronte dei goffi  e mal-destri contorsionismi di Della Loggia, che più vorrebbe scuotersi di dosso l'olezzo di becerume reazionario e gretto e più l'emana. 
Persino troppo indulgente, D'Arcais,  col bambinetto da asilo nido  nel consentire al  confronto sui suoi farisaici, capziosi ed oziosi distinguo circa il carattere  meramente esortativo-astratto, alla campacavallo, del dettato costituzionale, non precettivo, prescrittivo, programmatico-politico, giuridico-sanzionatorio e via scantonando, pena un suo preteso uso ideologico, forsennato, fazioso, facinoroso, ergo divisivo, discriminatorio, eversivo, bellico-civilistico.. e via blaterando. 
Quella è la nostra Carta costituzionale, la Norma delle norme, valida e (non ancor ..Benignamente)-vigente erga omnes! Punto. 
'Inattuabili' norme, interpreta e proclama mellifluo il moderato-conservatore e intende 'inattuande'. 
In via di fatto. 
Non ci son le risorse per rendere universali, concreti ed effettivi  i diritti alla vita, a mangiare ed abitare, al lavoro, allo studio alla salute, a un reddito universale di minima sussistenza, alla dignità della persona, alla realizzazione di sé, in una parola,  alla cittadinanza, e i corrispettivi doveri dello Stato, la cui eclatante flagranza di reato, è certa e sicura, dubbia, assente, legittima  o no che sia, la relativa sanzione? 
Provi l'Ernesto a verificare se non sian finite dalla parti di quel decimo della popolazione che detiene la metà della ricchezza nazionale, le risorse. E poi se siano sostenibili le spese. 
E in via di principio. 
Cosa le han proclamate e 'irrigidite' a fare allora i padri costituenti? 
Per orpello, belletto retorico e nobile auspicio? Perchè ci si facessero belli nel dissacrarli ed archiviarli i ben-pensanti assennati culo-seduti esegeti  illuminati della Loggia suprema? 
Un governo del paese che voglia dirsi costituzionale dovrà sempre e comunque, anche, anzi, specialmente, in situazioni di 'vera' crisi economica, destinare una quota congrua della produzione sociale e collettiva di ricchezza alla fruizione pubblica, tal che sia garantito a tutti il  godimento dei diritti fondamentali legati alla nascita e cittadinanza, se pur commisurati al tenore medio di  benessere. 
Circa poi i limiti e requisiti  della  proprietà privata di funzione sociale e utilità generale, va sans dire, non mette conto neanche parlarne, dovrebbero bastare buon senso e decenza. 
Sì la Costituzione è intangibile! 
Non nel senso che ad essa, nella tassativa osservanza delle procedure ivi stesso previste, non possano essere apportati aggiornamenti e modifiche. 
Ma che i  suoi principi ispiratori non dovranno mai essere derogati o aggirati, ma sempre più e meglio fedelmente rispettati e attuati. 
E quei fondamenti, proprio perché scritti nella Carta, sono sottratti alla dialettica maggioranza e minoranza. 
Si può solo sovvertirli, con colpi di mano e manovre di palazzo, quali quelle in corso. 
E dunque chi non li riconosce, chi non li fa propri, chi vorrebbe lasciarli lettera morta, derubricarli a nobili quanto vacue e inerti enunciazioni, è contro la legge, fuori-legge. 
E siccome la  Legge Prima nasce e resta, per ora, anti-fascista, è anche, in imo corde e lato sensu, comunque liberalmente e liberisticamente  camuffato, literaliter, fascista. 
E bene fa chi glielo dice. 
 
 
15.12.13 
piazza e dottrina 
 
Il problema non è affatto stabilire se camerati, mafie e 'padroni' tentino di pilotare, strumentalizzare ed egemonizzare sommovimenti spontanei di piazza, prodotti dalla disperazione ed esasperazione, in cui inevitabilmente, c'è di tutto. 
Certo che sì! 
Quello, il caos, è il loro mestiere. Precondizione per una soluzione d'ordine. 
Il problema vero è chi glielo lascia fare. Ovvero non ha fatto il suo di mestiere. 
Proprio in 'questo' momento la Camusso sostiene che lo sciopero è inattuale, dopo che il sindacato ha praticato per decenni la teoria. 
Per decenni l'opposizione democratica e di sinistra-sifaperdire, politica e sociale, è desaparecida in questo paese, nella stagione di più formidabili attacchi alle condizioni economiche e ai diritti dei cittadini, di più oscena sperequazione sociale. 
Nel mentre i suoi dirigenti partecipavano al sequestro e usurpazione delle istituzioni e sovranità democratiche insieme ai rappresentanti organici di cosche, lobby e logge non solo consentendo ma dando un contributo fattivo alla macelleria sociale, ora coronato solennemente nel governo delle losche  intese. 
Quel decile della popolazione che possiede metà della ricchezza nazionale è supportato dal quaranta per cento che ne possiede un altro 40%, altro dato dell'orrida statistica che si tende colpevolmente a trascurare e che rappresenta in larga parte l'elettorato del PD. 
Non è fisiologico, comprensibile, che tanta rabbia  e frustrazione accumulate nella metà della popolazione che possiede il 10% della ricchezza, cioè alla fame, e non rappresentata, alla fine esploda e sposi il bordello, costi quel che costi e vada come vada, come opzione politica? 
Quale meraviglia dunque, a qual titolo e a che pro frignare, se adesso strade e piazze lasciate deserte per decenni sono occupate da altri? 
Le pantegane uscite dalle fogne ingolosite da tanta massa di manovra sono il raccolto di quelle seminagioni. 
Penso sia assai probabile che tanti simultanei e repentini focolai di rivolta siano anche l'anteprima, l'antipasto delle minacce di rivoluzione dell'avanzo di galera se osano toccarlo. 
Ma limitarsi ai sottili distinguo in punta di dottrina, tra rivolta vera e bieca speculazione, denunciare il carattere rozzo, non ortodosso di quei tumulti, i loro limiti populisti, le finalità reazionarie, fasciste di chi si pone alla loro testa, prenderne le distanze, perseverando a non sapere e volere mettere in campo una concreta alternativa rappresentanza e direzione di marcia, equivale ad aggravare, non evitare, il danno, lasciando quelle folle ancor più alla cieca, allo sbando e alla mercè di caporioni e manigoldi al soldo di lorsignori. 
Ma non mi pare aria, quella che tira, se persino i Landini vedono nei Renzi segnali promettenti di rinnovamento e questo è quel che passa il convento. 
 
 
 
15 dic 13 
 
le Spine(lli) di Eugenio 
 
A proposito di Direttori vorrei segnalare quello del Direttore e Fondatore de la Repubblica che nel consueto editoriale domenicale l'odierna  geremiade all'insegna della supponenza e arroganza più smaccate, contro i forcaioli dell'ultim'ora, tanto per cambiare. 
 
I 5S si affoghino a mare e ci mettano  Lui in testa alla loro lista di ..prostrazione  
 
Ecco alcune perle. 
 
"..molti non amano la parola "stabilità" ..Vogliono che il governo faccia, non che sia stabile...(ma) solo se si è stabili si fa, se non si è stabili si cade per terra. Possibile che questo mi tocchi spiegarlo? È umiliante per chi lo spiega e soprattutto per chi da solo non ci arriva" 
Ecco sì direttore, io sono fra questi ultimi. Lei tra quelli umiliati dalla sua stessa spocchiosa e burina e arrogante ostentazione di lapalissiana perspicacia  
Io in primis non "amo" il faaare e menchemmeno lo staaare. 
Amerei un governo rappresentativo di un Parlamento 'esattamente' rappresentativo del Paese, non dopato da  maggioranze e partorito da accoppiamenti contro il diritto e contro-natura, 
visto che la nostra si chiama democrazia "rappresentativa".  
"Letta può fare anche a meno di padri guardiani" dice, per accreditarlo libero da tutele Napolitane. Può darsi, ma può fare a meno di zii guardiani? 
E rivolgendosi alla Palombelli, rea di aver dissacrato il suo fraterno amico e compagno del Quirinale, "Questo, è un Paese dove parte del popolo è incline e succube di ( incline ..di?!sic e sigh!) demagoghi di ogni risma" ( tipo Lui) "cara Barbara" l'avverte e conclude con un affettuoso cinismo liquidatorio. 
 
Ma il succo della geremiade, sta qui. 
"Quanto ai disoccupati, i pensionati, i precari, si può fare ben poco finché la situazione economica non presenti miglioramenti sostanziali" 
Capito l'antifona? 
Se no si attacchino! Se no schiattino, 
Mica il contrario! Mica provvediamo a loro, a tutti i costi,  specie ora che la rapina, detta crisi, morde e uccide,  
prelevando le risorse là dove già sono state imboscate in quantità oscene! 
Capito dove va a parare tanto livore e allarme contro le teste vuote e calde? 
E questo è da quarant'anni il nume tutelare, il maitre à penser della sinistra liberal, progressista, di governo e di governo. 
 
Pensa te i reazionari! 
 
 
Chiosa.  
Vedi quanti amici devoti trascina con sé nella rovina e nella dannazione chi, per ambizione, ha fatto patti segreti con Satanasso e gli ha venduto anima e funzione? 
E quanto più sta in alto tanto più tragica e immane la precipitazione. 
 
PS. Noto con piacere che, se provocata, B. Spinelli adotta una  prosa assai più limpida e asciutta, meno infiorettata, di quella che le è abituale e picchia giù duro con lo spadone, non in punta di fioretto. 
 
----------------------------------------------------------------- 
 
 
 
confronto renzi-alfano su legge el.le da vespa - 
 
Oh bimbo, ma..ocché la rottamazione si appliha solo ai politici? 
I giornaloschi non li aggiorniamo? 
Ce lo cibiamo per l'eternità quel maledetto velenoso insetto? 
Lo scendiletto tv di tutti i pendagli da forca della prima  
repubblica e della sehonda? 
anche la terza..? 
ohmmadonnina! 
ohmm..ohmm..ohmmmm 
 
........................................................ 
 
 
 
17.12.13 
Situazione del cappero 
 
 
Tu pensa. 
In Italia non c'è una Sinistra. 
Non ci sono gli eligendi. 
Però ci sono gli elettori di sinistra. 
Tanti, che, dovendo rivolgersi ad altri, 
hanno dato  il 25% dei voti nazionali 
e  il 70% alle primarie, 
rispettivamente a Grillo e Renzi,  
che si dicono oltre, né di destra né di sinistra. 
Cioè di destra. 
Sia nella politica che nelle piazze di questo paese 
la Destra è sostenuta dalla Sinistra. 
 
.................................................. 
 
 
17,12,13 
sono in minoranza 
 
Ma.... 
Io non sono mica d'accordo con l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e il passaggio a quelli privati! 
E nemmeno con la riduzione o addirittura dimezzamento del numero dei parlamentari 
che ne accresce o raddoppia la distanza elitaria e castale dal Paese (con la riduzione al livello medio salariale nazionale dei loro emolumenti, sì). 
E nemmeno con un sistema elettorale maggioritario, i premi, gli sbarramenti, le coalizioni coatte, finte, effimere... ( proporzionale secco e puro!) 
E nemmeno per il bipolarismo, menchemmeno il bipartitismo ( sono per il pluralismo e la rappresentatività politico-sociale esatta del Parlamento.Un quoziente, un seggio) 
E nemmeno per la governabilità e il rigor mortis della stabilità obbligatoria di un governo per l'intera legislatura ( sono per l'autogoverno della cittadinanza e per una democrazia dinamica sempre meno delegata e sempre più diretta) 
 
E mi sa anche che sono in minoranza. 
 
 
Con la sentenza della Corte Costituzionale non possiamo più votare né col porcellum né col mattarellum? 
Bene! torniamo dritti dritti al proporzionarellum. 
E senza bisogno di accordi e trattative. Già pronto. 
Più costituzionali di così... si muore! 
Tutto l'impianto e l'ispirazione della nostra Costituzione è proporzionalista, come la nostra tradizione e vocazione che è latina, non angloamericana. 
E non fatevi infinocchiare. 
La maggioranza bulgara del referendum del 93, abolì semplicemente il sistema elettorale del Senato, non diede affatto un esplicito esito maggioritario e antiproporzionalista. 
Così fu interpretata e raccontata. 
Gli Italiani votarono sì al quesito referendario perché gli avevano detto che il problema nazionale "troppi partiti, a magna'!'" sarebbe stato risolto.E figurati se non abboccavano! 
Infatti si è visto dopo com'è scemata la prolificazione partitica e la magnatoria! 
Ma su 100, 101 non ne sanno un'acca di sistemi elettorali.E gli inciuci, gli aumma aumma, i ribaltoni, non dipendono affatto dai sitemi elettorali, ma dalle nostre tare ataviche.La riprova? Guardate, adesso, la Germania, proporzionalista. Le elezioni non hanno dato una maggioranza di governo. Mancavano 4! seggi. 
Trattativa, alla luce del sole. Accordo e programma, nero su bianco. E poi consultazione degli iscritti per l'OK e il nulla osta. 
Dove sta il tradimento del mandato elettorale? 
Noi, con premi megatruffa, ci abbiamo Letta! Il bipolare bipartisan e trasversale che il mandato ce l'ha mandato, a questo Paese. 
 
 
 
19.12.13 
proporzionale puro 
 
A)  
Dopo la sentenza della Consulta sulla legge elettorale, una notizia buona, via il porcellum, e una cattiva, torna vigente il proporzionale prima-repubblica, dice Travaglio 
.E perché mai? Due buone notizie, dico io, anzi, una buona.. e l'altra meglio. Con la sentenza della Corte Costituzionale non possiamo più votare né col porcellum né col mattarellum? 
La Costituzione dice che non possiamo stare nemmeno mezz'ora senza legge elettorale? Torniamo dritti dritti al proporzionarellum! Bene!Più costituzionali di così... si muore!E senza bisogno di accordi e trattative. Già belleppronto. 
La data della maggioranza bulgara che nel 93 abolì il sitema elettorale del senato è quella dell'inizio di tutte le nostre sciagure, e di tutte le piaghe del ventennio. Il Maggioritario.Proporzionale purissimo! 
Tutto l'impianto e l'ispirazione della nostra Costituzione è proporzionalista, come lo sono la nostra tradizione e vocazione.Latine, non angloamericane 
E non fatevi infinocchiare.Il referendum non diede affatto un esplicito esito maggioritario e antiproporzionalista.Così fu interpretata e raccontata. 
 
B)  
Gli Italiani votarono sì al quesito referendario perché gli avevano detto che così il problema nazionale "troppi partiti, a magna'!'" sarebbe stato risolto. 
E figurati se non abboccavano! Infatti si è visto dopo com'è scemata la prolificazione partitica e la magnatoria! 
Ogni alchimia, congegno, marchingegno, correttivo, dispositivo che mano-metta l'esito elettorale, alteri la rappresentatività, aggiri la volontà del popolo sovrano andrebbe perseguito penalmente. 
Che la stagione più losca e fosca, ottusa, rozza e brutale della democrazia repubblicana, cominci dalla colonizzazione truffaldina maggioritaria delpaese, non è una coincidenza solo temporale.Ben torni il proporzionale. Secco! Peccato quegli sbarramenti della legge pre-93.Già mi tocca farmi rappresentare.E poi, se chi decido io non raggiunge la soglia, gli sbarri l'accesso ed io non rappresento e non mi rappresenta nessuno? 
E della mia sovranità e persin mera cittadinanza fai polpette? Per la governabilità.. mentono.- Come no, certo!.. Lo vediamo! “Nave senza nocchiero in gran tempesta. ..bordello!”- 
(correzione. era, 'si è visto infatti!', ripetitivo) 
Raccontane un'altra! 
 
C) 
Unicuique suum! Quello che conta è la 'rappresentatività' del Parlamento.Fino a che saremo 'costretti' a delegare l'esercizio della 'nostra' sovranità e la votazione delle leggi,  
per lo meno che la democrazia lo sia effettivamente,'rappresentativa', se rappresentativa ha da essere.E il pubblico potere, legittimato dal consenso. 
E quindi il Parlamento sia lo specchio fedele del paese, dei suoi orientamenti e rapporti di forza politici. Un quoziente un seggio, esattamente. 
E l'accordo, il governo lo si troverà in Parlamento, previo nulla osta degli iscritti.E se no, di nuovo alle urne! Votare due volte è una sciagura, dicono, e poi propongono l'uninominale..a 'doppio' turno, come ..Norma. 
Gli aumma aumma, le segrete stanze, i ribaltoni, saranno in funzione sempre e comunque, tara atavica, non dipendono certo dal sistema elettorale.Non gli crederete mica! 
Ma finché dura la malattia, la dipendenza dalla democrazia pro forma e per finta,quello proporzionale è il metodo migliore per la riduzione del danno. 
Non sono per il bipolarismo, menchemmeno il bipartitismo.Sono per il pluralismo politico-sociale del Parlamento. 
E nemmeno per la governabilità e il rigor mortis della stabilità obbligatoria di un governo per l'intera legislatura. 
Sono per l'autogoverno della cittadinanza e per una democrazia dinamica, sempre meno formale e delegata e sempre più sostanziale ediretta. 
 
 
a parte il fatto che chi va con lo zoppo.. la denominazione per intero dell'alternanza maggioritaria è "Alternanza dell'Identico"e l'inciucio, le lerce intese, occulto o manifesto, pudico o spudorato, ne è l'intima sostanza 
 
 
 
 
Proporzionale.Ladri e bari.di parole 
 
Anche di parole! Non solo di denari. 
Siamo allo lo stallo, alla paralisi, al coma, alla catatonia, al rigor mortis e la chiamano stabilità. 
Sono blindati in un fortino contro i cittadini e lo chiamano governo di salvezza nazionale. 
Chiamano interesse collettivo il loro miserabile tornaconto personale. 
Ricerca del più ampio consenso il generale e consensuale boicottaggio della legge elettorale. 
E primato della governabilità il caos. 
 
Vanno scritte insieme le regole del gioco? 
Bene. La madre, la prima, di tutte le regole è che in democrazia la maggioranza vince. 
La seconda è che il Parlamento è sovrano. 
La facciano lì la legge. Coram populo. Alla luce del sole. 
 
Che fa la Consulta? Dorme, con lo sfascio di soldi che gli diamo? 
Le depositi domani! le motivazioni della sentenza e le linee guida. 
Dopodiché 15 giorni di tempo, a partire da ora, chiusi in aula, dalla 8 alle 17, in seduta comune. 
Compresi Natale e Capodanno. 
Alla scadenza se non si è trovato un accordo, si va al voto. 
Ogni gruppo avanza la sua proposta. Quella che ottiene più voti è la nuova legge elettorale. 
 
Fatto! che ci vuole? 
Non lo vogliono fare? 
La Costituzione dice che il Paese non può stare nemmeno mezz'ora senza una legge elettorale. 
E dopo il pronunciamento della Corte quella vigente è proporzionale. 
Quindi la legge c'è già. Belleppronta!  
Si vada ad elezioni con quella. Subito, ora! 
Il popolo comanda! 
Fregastasega a me che dice Renzi e che risponde Letta! 
 
---------------------- 
 
Confronto renzi-alfano su legge el.le da vespa - 
 
Oh bimbo, ma..ocché la rottamazione si appliha solo ai politici? 
I giornaloschi non li aggiorniamo? 
Ce lo cibiamo per l'eternità quel maledetto velenoso insetto? 
Lo scendiletto tv di tutti i pendagli da forca della prima  
repubblica e della sehonda? 
 
anche la terza..? 
 
ohmmadonnina! 
 
ohmm..ohmm..ohmmmm 
 
.......................................................................... 
 
 
18.12.13 
 
Ricordanze e concordanze con Riina 
 
Questi cornuti… (i pm di Palermo, ndr), se fossi fuori gli macinerei le ossa”. 
“Sono stati capaci di portarsi pure Napolitano”
-------------------------------------------- 
 
Anche Riina, come tante persone dabbene, cui stanno a cuore le prerogative e il supremo prestigio della Presidenza della Repubblica,  
è convinto dell'inopportunità e nocività di sentire come teste il Capo dello Stato. 
 
....................................................................... 
 
 
19.12.13 
Coerenza 
 
Però non si può dire che non sia coerente, e coesa, questa classe dirigente. 
 
Liberalizzazione, anzi promozione e incentivazione, del gioco azzardo. 
No allo Stato etico! 
Perché così ci guadagna direttamente lo Stato. Cioè le mafie. 
 
...Invece per gli stupefacenti proibizionismo duro! Stato di polizia. 
Perché così ci guadagnano direttamente le mafie. Cioè lo Stato. 
 
'Loro' insomma, nell'uno e l'altro caso. 
 
 
 
20.12.13 
 
Stato biscazziere 
 
ma come, ma come, ma come!!!! 
 
non possono fare a meno di quei proventi per l'erario?!? 
ma se 97 miliardi glieli hanno regalati loro!! 
sia che ci facci sia che ci essi, utile lo è di sicuro 
 
a proposito di completamente rovinati, ho come la sensazione che questo sia il punto di non ritorno, la loro rovina definitiva, 
 
se si assume che stato e biscazziere sono uno e medesimo, allora i conti quadrano perfettamente 
 
Come se oggi abolissero il proibizionismo e legalizzassero il consumo di stupefacenti. 
E domani promuovessero il consumo di massa di hashish e cocaina su grande scala. 
Uguale. 
 
 
 
24.12.13 
 
(faccia da villani - da rivedere) 
 
Crescita economica: la leggenda dell’inflazione stimolatoria, Scacciavillani ( 
------------------------------------------------------------------- 
 
"..anche l’inflazione è una tassa. Si tolgono risorse .. ai creditori.. per 
trasferirle .. ai debitori.." 
............................................ 
 
bella tassa! 
 
........................................... 
 
io la penso secondo il mio 'punto di vista', literaliter, com'è in natura rerum, e come lei dovrebbe sapere benissimo, visto che del suo, togliere risorse al debitore per trasferirle al creditore, ha fatto una professione 
, il modo per guadagnarsi la pagnotta, ivi compreso nomar 'scientifico' far lo gnorri, al servizio della Ditta 
 
ragion per cui, oltre quella della buona educazione, le suggerirei di astenersi dalle abituali allusioni al deficit di comprendonio dell'interlocutore 
 
non ci fa bella figura, specie a Natale 
 
 
------------------------------------------------------- 
 
 
fantasticoooo!!!!!!!!! testuale! 
 
 
 
"""" i debitori sono i kapitalisti e i creditori operai e pensionati"""" 
 
ha detto proprio così! ahahahahahahah!!!!!! 
talllmente ideologici e forsennati che toccano l'acme del clownesco e del ridicolo a loro insaputa! 
 
   
 
----------------------------- 
 
 
..e io che gliene davo tredici l'ora, netti, al rumeno..e rognicava pure!( paga oraria minima di legge 8 euro lorde) 
 
 
 
30.12.13 
 
custodia cautelare  
 
 
Ma non capisco perché si continui tanto a filosofare sui principi in una questione che per me è ..di edilizia. 
Il principio inderogabile è uno solo. 
Prima del giudizio ogni imputato è presunto non colpevole. 
Il limite posto alla sua libertà è funzionale all'esigenza pubblica di far verità e giustizia. 
Quindi la norma aurea dovrebbe essere avanti tutto una separazione e distinzione rigorose, fisiche, materiali tra reclusi che scontano una condanna e custoditi che l'attendono. 
Quindi nessuna ammucchiata in una stessa cella come avviene regolarmente e incostituzionalmente adesso. 
E nemmeno nella stessa prigione. 
Per la custodia preventiva dovrebbero essere adibiti degli edifici ad hoc, tipo alberghi sorvegliati e in un regime di trattamento più aperto e permissivo e rispettoso al massimo della dignità della persona 
I limiti ,cautelari, temporali e logistici, della libertà dovrebbero essere solo quelli necessari allo svolgimento delle indagini ed evitare occultamento delle prove o fughe. 
E calibrati secondo le circostanze, le tipologie di reato e degli indagati. 
La flagranza di reato imporrebbe ovviamente condizioni più rigorose. 
E si  potrebbero varare inasprimenti sensibili di pena per la latitanza e l'intralcio alle indagini, come deterrenti. 
La situazione ottimale dovrebbe essere la fine della custodia con l'intervenuta sentenza. Con processi rapidi e a prescrizione interrotta. 
Nelle more..nessuna esigenza di sicurezza pubblica può giustidicare una palese infrazione dei principi costituzionali che non tenga separate e distinte le figure del condannato e dell'indagato o imputato in attesa di giudizio. 
 
........................................... 
 
"hai pienamente ragione, ma da qui a varare una riforma che depotenzi la misura custodiale, fino ad annullarla, è davvero troppo" 
 
sì, davvero troppo. 
E con lo scorno ulteriore che dovendo parar l'insidia dell'annullare ad personam, non si ottiene nemmeno il depotenziare un po' erga omnes. 
e questo  è un problema endemico atavico ormai. 
Quello, intendo, stante il bubbone ultraventennale di questo paese, di dover tenere separate e distinte le misure umanitarie e di civiltà giuridica, da quelle, così mascherate o propaganddate, ma in realtà funzionali a salvaguardar l'impunito incallito e recidivo accanito nazionale dalle conseguenze penali delle sue malefatte. 
Quasi tutte. 
 
   
":) è ben quello che ci rovina da tempo immemore. 
Sbaglio o colgo in ciò che scrivi uno stile di Corderiana memoria?" 
 
 
 
 
te lo dico rosso come un peperone, ma te lo dico, non potevi lusingarmi di più col riferimento corderiano , tanta è la mia venerazione per quell'uomo 
 
 
 
" :D fantastico, sapevo di non sbagliarmi, abbiamo una venerazione in comune. 
   Ho letto altri tuoi commenti, magnifici. Intelligenza e cultura, ma soprattutto analisi sensibili, profonde e mature, non passano inosservate. M'inchino umilmente. 
   Azzardo: ricercatore di proc penale?" 
   
 
 
       caro b., riguardo la domanda finale la risposta è no, per la comune venerazione comune è il giubilo..e per le altre considerazioni grande la confusione in cui hai gettato il mio 'io' qui effettuale, tanta sa esser la sua distanza da quello percepito dalla tua magnanimità, alla quale 'lui' indegnamente si inchina 
 
 
 
      +++++++ok, mi sono sbagliata sul lavoro (neanche una docenza piccina piccina, sicuro? ma lo studio del diritto c'è, per forza.), tuttavia spessore, cultura e tutto il resto sono innegabili, lasciami insistere :) 
Sarà un piacere continuare a leggerti.++++++++++++++++