1.6.2013 
scaramucce grilliste 
 
 
Un non senso è finanziare una funzione pubblica con soldi privati. 
Si deve abolire il contesto non il finanziamento pubblico ai partiti 
Tenersi il bambino, non l'acqua sporca. 
 
---------------------------------------------------------- 
 
 
"ma guardate le proposte concrete di cui parla Grilllo.."                            
................................. 
guardare guardiamo..è sentire che non sentiamo 
 
----------------------------------------------------------------------- 
 
nella classifica mondiale dei 'salvatori di birlusconi' siete al primo posto, ex aequo col PD, grillisti 
 
3.6.2013 
 
governicchio presidenziale 
 
Te lo do io il governicchio di necessità. di transizione, a termine e a scadenza balneare!. 
Ma quale situazione più ottimale che star seduti sull'orlo del baratro per avviare una discussione e una trattativa di ampio respiro sul cambiamento della forma repubblicana e sulle riforme della Costituzione e delle istituzioni. 
D'altronde non ve lo ricordate il Popolo unanime durante la campagna elettorale gridare a gran voce "Presidenzialismo! Semipresidenzialismo!!"? 
E loro lo rispettano il mandato. Ci vanno già a farsi dettar l'agenda da Napolitano, capo dello Stato, del legislativo, dell'esecutivo e del giudiziario. C'è già la repubblica presidenziale. Mancano solo alcune mere formalità. 
Solo un poco di pazienza e patrimoniale, esodati e reddito di cittadinanza universale,evasione fiscale e corruzione totalmente sgominate saran bazzecole, 
Avranno autostrade davanti. 
 
------------------------------------- 
 
partiti-stato e volontariato 
 
 
E certo che i partiti, associazioni di cittadini in quanto cittadini, sono più importanti di qualsiasi associazione privata con finalità particolari. 
 
'Ripugnante' sarebbe il contrario.La lettera e lo spirito della Costituzione, cui leggi ordinarie debbono ancora dare piena attuazione, assegnano loro la funzione più eminente dell'esercizio della cittadinanza sovrana e del governo della polis, un ruolo e una funzione pubblici e istituzionali fondamentali. Sono la fisiologia della democrazia. 
I soldi pubblici devono andare 'solo' allo Stato. 
E la ricerca sul cancro, l'assistenza sociale o gli aiuti ai terremotati o per la fame nel mondo sono compiti suoi, non di Telethon e della Carlucci. 
Lo Stato rispetta e soddisfa diritti non fa opere caritatevoli ed elemosine. 
Poi si aggiungano pure soggetti del volontariato, della sussidiarietà, del no profit, ma devono vivere esclusivamente di contributi privati..senza oneri per lo Stato. 
Se poi nei partiti e nello Stato sono tutti ladri occorre metterli tutti in galera, non abolire partiti e Stato. 
 
 
4.6.2013 
 
La priorità assoluta 
 
.... è che l'Imputato sia formalmente e solennemente dichiarato Delinquente in un'aula di tribunale, in via definitiva. 
È la nostra unica speranza, l'unica via d'uscita. 
Il Governo in carica è uno dei capi di imputazione recenti del suo abituale e naturale delinquere. In vasta e trasversale Associazione. 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
 
 
5.6.2013 
botte e risposte 
 
 
"come mai dopo decenni di ruberie di tutti i tipi sono tutti a piede libero?" 
.................................................... 
'anche' perché la cittadinanza pressoché intera pensa che la politica sia "una cosa sporca", come pregiudizio, ancor prima che come dato di fatto e che sia molto astuto pensar ai casi propri non alla res publica, che son la stessa cosa,  e disprezzare e disertar ogni partito, per partito preso  
è grazie a tutti questi benpensanti che cosche e logge posson dire "i partiti sono tutti  cosa nostra" 
 
 
---------------------------------------------------------- 
 
"pensare che tolto un delinquente, l'italia è salva è un'illusione" 
.......................................................................  
 
pensare che, non tolto il delinquente, l'Italia è perduta è una certezza 
 
------------------------------------------------------------- 
 
"Mi accontenterei della dichiarazione della presunta vittima del reato (Ruby).Che per inciso non c'è."  
 
......................................................................................... 
 
La non dichiarazione della 'certa' vittima fa parte del reato. 
------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
 
"Specifichi quale sarebbe la fesseria ( magistrato deve apparire oltre essere imparziale) .Resto in attesa." 
.................................................................................... 
 
Che far lo gnorri sia più meritevole di esserlo. 
 
 
 
5.6.2013 
Commissione..di reato 
 
 
Ma questa, seconda, Commissione di saggi, che bestia è? 
Non è stata eletta, né voluta dal Parlamento né dal Popolo, né da nessuno. 
E dunque chi l'ha nominata, chi ne ha selezionato i membri, chi li ha cooptati? 
Ancora il Colle? Il Presidente 'materiale' di fatto già capo della neoRepubblica Presidenziale, del legislativo (crea maggioranze e detta l'agenda del Parlamento), dell'esecutivo (nomina governi e ne stabilisce programmi e durata), del giudiziario (chiede sospensione sine die dell'azione giurisdizionale in pro di un capopartito, 'coordina' procure e ottiene dalla Consulta, dalla  Cassazione o dal CSM distruzioni extralegem di sue intercettazioni, divieti di convocarlo come teste, procedimenti disciplinari contro magistrati). 
L'ha nominata il capo-sifaperdire del sedicente governo questo monstrum  giuridico rappresentativo di tutte le logge parlamentari? O chi per lui, o lui per chi, o con chi? Un conoscente, un parente? 
Puzza parecchio questa roba qua. 
È contemplata fra gli organi istituzionali nella nostra Costituzione? Non lo è. 
A chi risponde? Chi ha il potere di scioglierla? Che poteri ha? Quali limiti? 
Non è una prevaricazione, una sottrazione dei poteri del Parlamento? Lo è. 
E quindi è un abuso, è illegale e anticostituzionale, è un vulns della legalità repubblicana e democratica, un insulto al Popolo sovrano. 
Questo penso e questo dico. Finché posso. 
 
 
06/06/2013 
 
Conto su di te, Grillo! 
 
Su dai Grillo. Bando agli indugi. 
Da domani dici ai tuoi che in Parlamento si propone il reddito di cittadinanza e una patrimoniale epocale, la redistribuzione della ricchezza come misura di equità e unica, ovvia, vera e valida  manovra  antirecessiva, l'abbattimento integrale della grande evasione ed elusione fiscale e della corruzione e un'impennata delle tasse sul lusso e le rendite finanziarie e immobiliari, gli aumenti dei salari e delle pensioni, il ripristino della sovranità monetaria e della gestione del credito dello Stato, la rinegoziazione del debito pubblico, il referendum sull'euro, espansione immediata delle forme di democrazia diretta e referendaria, la cancellazione totale assoluta della pubblicità, la nazionalizzazione di tutte le infrastrutture e reti vitali, dei beni comuni e paesaggistici e ambientali, abolizione del concordato e dell'8 per mille, una rete tv sola a un privato, investimenti pubblici e piena reintegrazione dello stato sociale..... 
E chiedete corsie preferenziali per queste leggi e se non vi danno ascolto inscenate quotidianamente pacifiche e democratiche spettacolari contestazioni in parlamento. 
E manifestazioni in tutte le città. Per la legalità, la certezza e l'uguaglianza del diritto, in primis. E per la magistratura libera e indipendente. 
Vai Grillo. Picchia duro! Colpisci pure a destra e a manca. 
Nella fattispecie va benissimo. Poi vedremo.. 
È ora. Hanno strapassato il segno. 
Da domani je damo giù. 
Ce conto eh, Grillo! 
 
 
7.6.2013 
grillo: parlamento, putrida tomba 
 
 
In effetti ha sbagliato i toni, Grillo. 
Troppo garbati, pacati, troppo misurati. 
Non è forse vero che 'questo' Parlamento (meglio che 'il', dovrebbe dirglielo a Grillo il Casaleggio se è sto mago della comunicazione) di nominati in virtù di una porka legge incostituzionale non fa altro che approvare i decreti e de kretini emanati a mitraglia da governi di Innominati? 
Potere legislativo migrato all'esecutivo, da qui al presidenziale e infine al delinquenziale 'naturale'. 
Quindi ci faccia la grazia la Boldrini. Non sia pat tica, e se lo conosce lo eviti il ridicolo, ché su questo terreno non c'è partita col grassus risus abundans, suo pari grado, che sta al senato. 
Non è che le 'cose nostre', né la nostra idea, possan cambiare sol perché per accidente or c'è lei appollaiata in cima a uno dei due rami. 
O perché mette il bel nasino nella riforma dei regolamenti interni. 
Sarebbe, che so, come pensar di por fine alla cementificazione selvaggia mettendo mano alla riforma delle normative condominiali. 
Non presuma di sé, ché il suo è altro che questa difesa, d'ufficio. 
E non ammicchi ai bravi ragazzi di Grillo che, in questo caso, assolvono benissimo il loro mandato se seguono il capo, nel confermare all'universo mondo che resta massima, però cloaca, la rappresentativa istituzione di 'questo' Stato. 
 
( 09/06/2013) 
Quando Grillo ha torto ha torto. Quando ha ragione ha ragione. 
E in questo caso le sue considerazioni non solo sono vere, giuste. 
Di più. Sono ovvie. La fotografia dell'esistente. 
Ed ha anche specificato stavolta. "Questo", non "il", Parlamento è tomba della democrazia. E le tombe, come i tombini, non emanano soavi fragranze. 
I toni? Consoni alla gravità della situazione.  
Casomai son quelli di certe difese d'ufficio che suonan fasulli e stucchevoli a petto dell'amarissima realtà e mancanza di rispetto alle Istituzioni. 
Persino il capo dello Stato ha più volte denunciato la patologia di un ricorso sistematico ai decreti legge governativi che aggirano e vanificano la centralità del Parlamento e le sue prerogative. 
Manca di rispetto? Perché allora la Presidente della Camera non cicchetta pure lui! 
 
 
---------------------------------------------------- 
 
 
"Condivido tutto meno l'apprezzamento al Capo dello Stato. Non dimentichiamoci mai le origini e  la sua storia passata e presente!!" 
 
Apprezzamento? No,no, tranquillo! 
Quello è solo uno equivoco..molto equivoco. 
 
 
7.6.2013 
mandati e mandanti 
 
Hanno avuto pudore. 
La Costituzione provano a farla scardinare da un'altra minoranza, di 35, extraparlamentare, non eletta e nominata da non si sa chi. 
Solo concepirla è già eversione e attentato allo stato, figurarsi farla a sua volta partorire..pardon, abortire. 
 
------------------------------------------------------------------------------------- 
(Sartori) " trentacinque persone di estrazione parlamentare" ?! 
 
Questo me lo conferma sempre di essere intronato, anche se non glielo chiedo. 
Di distrazione..di castrazione parlamentare! 
 
---------------------------------------- 
 
Non ci fecero votare perché c'era il baratro. 
La situazione si è aggravata e ora abbiamo tutto il tempo per mano-metter alla revisione della Costituzione e degli apparati istituzionale dello Stato. 
 
------------------------------------------------------------------------------------------------ 
 
Fu Scalfaro a dire che ci voleva una revisione costituzionale  nella articolazione dei poteri, puntualizza il Presidente. 
E aggiunge "Questo è il mandato". Cui gli organismi "sopratutto" (ambeh!..) parlamentari dovranno rispondere. 
Chiaro? Scalfaro! 
Che credevate che il mandato fosse quello elettorale, dl popolo Sovrano? 
Sprovveduti..  
Quanto a mandare, il mandato popolare c'è, vivo e vibrrante, ma suona di tutt'altro tenore. 
 
 
 
 
- Padellaro-"Il Quirinale smentisce il Fatto” 
Titolo di ieri sul sito del Corriere della Sera (che lunedì come gli altri aveva annunciato il governo a termine):  
------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
Ottimo lo scriptum. Stupendo il post scriptum. 
Poi dicono che il Corriere non osa scrivere il vero. 
Smentisce la smentita e ribadisce come 'fatto' il suo oggetto. 
E maiuscolo, pure! 
 
 
7.6.2013 
piano bar 
 
"è impossibile che una persona possa stare tre ore sempre seduta al proprio posto, senza protersi allontanare di un metro"( per far votare altri in vece sua) 
........................................................................ 
contrordine concittadini! 
se dovete fare una piccola commissione o la pipì o se vi viene voglia di uno snack o di un cappuccino, da oggi potete farlo, tranquilli, non c'è problema! 
se è impossibile stare tre ore in poltrona al  senato, figurati otto, al netto degli straordinari, in un ufficio o alla catena di montaggio.. 
parola di giovanardi! 
 
 
8.6.2013 
 
Letta non la pensa così. 
"Non si puo' immaginare di toccare la legge elettorale senza toccare il punto principale richiesto dall'opinione pubblica,  cioè la riduzione del numero di parlamentari:  è scritto in Costituzione. È il vero tema che ha portato all'instabilità di oggi e la chiave è la fine del bicameralismo perfetto". Per questo però si deve cambiare tutto uscendo fuori dalle regole che la stessa Costituzione prevede all'articolo 138? "Questo sistema è incompatibile col 138 perchè una Camera da sola non cambierà il suo ruolo, ci vuole spinta esterna" E per questo è stata prevista una "commissione di 40 persone che farà una proposta alle Camere". L'ultima parola, dice Letta, ce l'avranno comunque i cittadini attraverso un referendum popolare". 
 
 
---------------------------------------------------------------- 
 
Contenti adesso? 
Con quell'idiozia assoluta della riduzione del numero dei parlamentari (invece di quella drastica dei loro stipendi) che fa il paio con l'altra dell'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, richieste a furor di popolo,  
avete offerto un alibi per rinviare sine die ..ancora! la cancellazione della legge suina. 
Sentenzia infatti il Nipote che quel numero è scritto in Costituzione, quindi niente nuova legge elettorale senza nuova legge costituzionale. Per farla però (in campana, popolo!) il 138 ivi contemplato è "incompatibile" (perchè mai chiedetelo a lui) se vogliamo una camera sola..o sòla. Per questo! ( sic..e sigh!) la "spinta" dei 40 (ma non erano 35?) saggi. 
Tranquilli però, ché vi chiederanno via referendum, peraltro previsto, adesso,  in quel 138 da rivedere, cosa ne pensate...fra due o tre anni. 
Dico, ben vi sta. Questo capita a concepire le riforme sulla base della realtà effettuale e non ideale. Siccome rubano dimezziamoli, invece di carceriamoli, così rubano la metà. Partiti corrotti? aboliamo 'i' partiti! Come disdire, perché in casa si lasciano troppe luci accese, il contratto di fornitura e passare alle candele. Sono i 'tagli' famosi per far dispetto alla moglie.  
Mai sentita una  ragione plausibile di una misura che, aumentando il rapporto eletto-elettori, va, matematicamente,  in direzione opposta alla democrazia partecipata, verso quella loro, ancor più verticista, dirigista, presidenziale, elitaria, censitaria e delegata. 
Morale, per ridurre i parlamentari tocca rovesciare come un calzino tutta la Costituzione.  
E così, cornuti e castrati. 
Perché non dieci parlamentari in tutto allora, radicalizzando la proposta di berlusconiana memoria di far votare i soli capigruppo? Risparmiamo di più! 
 
 
9.6.2013 
bulli e pupi 
 
 
Riflettiamo un attimo. 
Ma a che titolo, in base a cosa, ieri troviamo il citrullo sulle prime pagine di tutti i giornali che si abbocca con Letta, il quale, con tutto il da fare che dice di avere va Lui da lui, e non dagli altri mille sindaci d'Italia,per parlare, trattare? non si sa de che , 
e oggi, che invia avvertimenti e intimazioni ad Epifani riguardo la Sua candidatura a segretario circa modalità e tempi del congresso e avverte che 'stavolta' non si farà fregare, 
da chi? su che? e gratifica vanesio gli astanti delle sue loffie battutine, vaniloqui e vanità? 
Ma è lui l'unico candidato, non son tutti? E non gli interessava solo fare il premier, non il partito? E chi l'ha deciso, chi l'ha designato? In democrazia  leader non dovrebbe essere il selezionato dal basso e non l'Eletto dall'alto? 
Chi è, cos'ha fatto costui? Ha scritto libri, compiuto imprese, gesti memorabili? Ha carisma, genio, eloquio? Perché lo vuole il 53% degli italiani, sto vuoto a perdere, sto cicisbeo, sto narcisetto, sto bugiardello, sto pettegolo?  
Lo sanno perché? Forse perché non passa giorno, e perché mai? che qualche personalità in vista non si dichiari grande elettore del fino a ieri sbeffeggiato insulso rutto amatore? 
Poi siamo malpensanti noi se, a fronte di tanti inappagati perché, l'unica risposta che ci salta in mente è che ci deve essere qualche organizzazione, nascosta, qualche società, segreta, qualche struttura, parallela, che tira i fili ed edifica la scena, con tal sublime maestria perfetta, illuminata sapienza, da far sembrare dotato di vita propria il pupazzo e marionette i battitor di mani che affollan le platee? 
 
 
............................................................ 
 
 
" L'essere è e non può non essere. E il nulla non è" 
(Parmenide... a proposito di Renzi) 
 
 
"Strano concetto del nulla....se consideri il nulla anche il 40 per cento del centrosinistra che a novembre scorso si e' dichiarato a sostegno di Renzi 
Probabilmente la pensa come te anche lo struzzo....." 
 
Non il concetto, è proprio il Nulla che è strano. Non è, però ritorna, come un déjà-vu. 
Già altre maggioranze "imbarazzanti" del 70% sostennero una pseudo-altra nullità. 
Probabilmente la pensa come te anche lo strullo... 
 
............................................................................................................................................. 
 
 
"Devi essere a libro paga dei capi bastone del PD in crisi per temuta rottamazione, per scrivere uno sproloquio come il tuo" 
 
Devi essere a libro paga dello staff, per la campagna promozionale 'Prendi un Renzi, pagherai caro, pagherai tutto!'. 
Se la sua mission è rottamar i capi bastone Renzi cominci da se stesso. 
 
-------------------------------------------------------------- 
 
 
9.6.2013 
domandina 
 
Ma in un paese in cui a capo del governo c'è il nipote dello zio si può dire che si fa del nepotismo? 
 
daccordo con grillo 
 
C'è chi non ha votato cinque stelle perché essendo e restando di sinistra  era d'accordo con Grillo. 
Che il suo voto non lo voleva, come lui non glielo voleva dare. 
 
cittadinanza o morte! 
 
Il reddito di cittadinanza si dà a chiunque non ha reddito. 
Lo dice il nome stesso. 
Se no non è un cittadino. 
È un morto. 
 
 
 
 
11.6.2013 
 
 
Uno così che pensa di potersi permettere di insolentire rozzamente e vigliaccamente Ingroia, non è degno nemmeno di lustrargli le scarpe 
............................................... 
 
 
 
al discount sotto casa mia.. 
 
sulle etichette dei prodotti non c'è mica scritto se i formaggi sono di pecore col certificato di nascita di Taranto o se l'olio è di olivi lontani da ciminiere. 
E se il parmigiano, che è parmigiano e basta, garantito! (eh! se è reggiano che parmigiano è?!) l'hanno fatto lontano dagli inceneritori, non se lo sognano nemmeno di dirtelo. 
Se i polli abbiano razzolato in aree contaminate, invece, non c'è problema. Niente ruspanti. Solo e rigorosamente di allevamento. 
E il il fantastico yogurt scremato biologico delle montagne, l'olio biologico, non ce l'hanno proprio.  
L’umeboshi giapponese a base di prugne pare che l'abbiano ordinato.. dovrebbe arrivare. 
Ma quando ho chiesto alla commessa se il pesce era di razza predatoria mi ha detto che doveva lavorare e non aveva tempo da perdere e che gli omega 3 me li andassi a prendere altrove! 
Ma altrove..dove?! Non posso mica prendermi un master, assumere un esperto e ogni volta andare a rapinare una banca, per fare la spesa! ma cosa le dice la testolina, gli avrei voluto rispondere io..alla commessa. 
 
 
"La rintracciabilità degli alimenti è prevista dal Regolamento CE 178/2002. Per il pesce non è la commessa ma è lei che si dovrebbe informare su quali sono i pesci predatori. Il suo discount è fatto proprio su misura per consumatori come lei, ognuno ha il negozio che si merita" 
 
Io preferirei un Regolamento CE che prevedesse  direttamente la rintracciabilità di falsificatori e sofistificatori di alimenti, e predatori di salari , più che dei mari. Si fa prima. 
E magari anche di sofistici e sofisticati, snob e chic d'ogni razza. 
In effetti il mio discount ha una clientela vasta ma scelta, selezionata.. 'di classe', direi. A km 0. E tempi e tasche quasi, pure. Di massima lavoratori, anche se esodati, (cass)integrati, precari, dis o sotto occupati. 
Di consumati e viziosi gourmet come lei invece non ce n'è traccia in negozio. Più probabile rintracciarli in ozio. Ognuno ha l'origine che merita. 
 
 
14.6.2013 
perseverano diabolicamente nel depistaggio 
 
 
 
In merito all'art di Travaglio " Incompatibile- il Procuratore capo di Palermo Messineo- ..con chi?" 
sul persevrare del fottio di azioni disciplinari capziose contro la procura di PA che indaga sulla Trattativa. 
 
 
Bravo dott Travaglio! bravo, bravo, bravo! 
Siamo tutti Marco Travaglio. 
Silenziateci tutti! 
 
PS. L'unica imperfezione la ravviso nel titolo. Incompatibile "con" chi lo avrei trovato più appropriato. 
---------------------------------------------------------------------- 
 
la logica  ha la stessa natura di certa epidermide, come il senso dell'onestà intellettuale, in certuni   
(riguardo il teorema che se i contrasti di Palermo erano eredità di Grasso, come dice T., allora con la sua dipartita dovevano cessare)                                                              
la "gran parte dei " non sono "i" suoi pm                                                    
e se il vecchio procuratore capo va via le due parti restano, come le rispettive motivazioni                                                                                  
non è mica questione di feeling..                                                 
o no? 
--------------------------------------------------- 
 
Lei che ha la mente limpidissima ha invece l'impressione che la bilancia dell'italica giustizia penda tutta dal lato del piatto giustizialista, eh? 
Pensi che io che son confusissimo ne vedo addirittura due di bilance..con due pesi e due misure. 
 
 
------------------------------------------- 
Sta persona del ROS (che ti ha confidato che l'intempestivo arresto di alcuni boss ordinato da Messineo  bruciò la cattura di Mesina Denaro) non te l'ha raccontato di quando i ROS non fecero arrestare Provenzano e garantirono piena copertura alla sua latitanza e libertà di movimento e di quando non fecero perquisire la casa di Riina, dopo il suo arresto, nell'ambito degli accordi pattuiti nella trattativa con la mafia rivolta a far cessare la mattanza dei politici 'fitusi' e approdata al nulla osta al far saltare i giudici della Repubblica su cariche di decine di chili di tritolo? 
........................... 
 
Caro Ruben, mi sembra tu ci tenga a distinguere tra ROS e Mori ( che oggi, precisi, non c'è più, e ci mancherebbe!) ma ti ricordo che ne fu fondatore, vice e comandante, poi rimosso-promosso direttore del Sisde. 
Per il resto, a parte i toni, più riflessivi e garbati, non mi pare che nella sostanza tu sia meno severo di me. 
"La trattativa c'è stata" ! con le sue vittime sacrificali, e per quanto sia arduo ingigantirne la gigantesca gravità, condivido in pieno che è "importante essere realistici" dacché ho imparato che Lorsignori sono sempre molto al di là della mia capacità di pensar male di loro. 
 
------------------------------------------------------------ 
 
quella stessa Bocassini che ha deprecato Ingroia è la stessa  che in commemorazione di Falcone rampognò aspramente i colleghi magistrati che accusandolo di aver abbandonato la trincea della lotta alla mafia avevano concorso alla sua delegittimazione morale, preludio della sua eliminazione fisica? 
------------------------------------------------------------ 
 
A parte il fatto che l'espressione "Armi di distrazione di massa" l'ho inventata io, né Travaglio, né la Guzzanti, né nessun altro, e ne ho le prove.. lei invece può legittimissimamente rivendicare li primo posto nella classifica del campionato nazionale di eroismo della mediocrità (riguardo l'identificazione di T. con l'eroe mediocre Ingroia) 
 
"Attendo con ansia le prove.." (Heautontimorumenos)  
 
Pronti! 
Allora mi chiamavo 'giovi' e l'espressione, inedita! compare in un lungo post, dal titolo "Azzerare! Nuova Sinistra" inviato ad Indymedia (che oggi non so se ci sia più) 
by giovi Sunday November 16, 2003 at 08:34 PM mail                                                
e  con questo indirizzo                                            
http://italy.indymedia.org/news/2003/04/261523.php 
e conteneva questa espressione "Le scaramucce sulla non belligeranza e adesso sui carabinieri umanitari sono armi di distrAzione di massa dall'agghiacciante silenzio sulla approvazione e solidarietà espresse da parte del Governo e Parlamento italiani alla politica eversiva degli Stati Uniti d' America.." 
Già rivendicato, a novembre, sullo stesso sito                                      
by giovi Sunday November 16, 2003 at 08:34 PM mail:  
così: "Riproponiamo il seguente post per due motivi 
a).... b)dare la prova provata che "Armi di distrAzione di massa" l' ho inventato io e la Guzzanti mi deve pagare i diritti, se no non la faccio andare in onda , ecchecca' !.. 
Per quanto mi consta la formula, diventata d'uso comune, non era mai comparsa prima. Quindi è mia la paternità..sino a prova contraria. 
 
Se proprio ti piace punirti trovi l'intero post sul mio mostruoso sito: www.esternet.net col titolo "D'Alema è il vero nemico da battere. Berlusconi è solo un effetto collaterale" cliccando nel Sommario su 'Archivio' poi sull'anno '2003' (usa 'Trova') 
 
------------------------------------------------- 
 
"A me sembra che ultimamente Travaglio faccia troppe capriole" 
 
"Se fosse il problema di ultimamente" 
 
.... purtroppo è fin dalle origini che fanno, e 'fanno fare', salti 'mortali' per occultare e depistare  
 
------------------------------------------------------------ 
 
"Quindi lei attribuisce al Travaglio  la supponenza di stabilire chi è onesto o disonesto?" 
 
Lei si attribuisce l'umiltà di non far nessuna differenza? onesto o disonesto per lei pari son?  
Io suppongo sia disonesto convertire in stabilire il cercar di stabilire. 
La morale è intentio. E dell'uomo è l'intento, ma l'esito no. 
 
 
15.6.2013 
 
andante con bri..atore 
 
Il fatto che uno con la faccia da bove come questo,un tale esemplare di stazza chianina,  il self merd man gestore di puttanai e imprenditor di lupanari e dementifici, che vanta  trionfi conseguiti in quel monumento all'idiozia che è la formula uno, le corse delle automobiline, questo water-closet minded, zoticone ridicolo ottuso anal-fabeta,  e igno rante fino al midollo, con lo stile e la raffinatezza di un suino, un servo che venera  come lo suo maestro e lo suo autore il delinquente e prescritto  incallito naturale nazionale e propone come nuovo messia e salvatore, della sinistra di destra e del paese, la nuova barzelletta ambulante, il suo amico citrullo fiorentino con cui vanta affinità elettive e  va al lunch a parlar di golf, che spaccia per dar lavoro a "un sacco di ggente" , tipo mandrie e armenti, riceverne profitti, in dimensioni porno,che, appiedato con l'amico Di Caprio per l'affronto dell'elicottero negato ,deplora la vista, non la mira fallace, dei cani far pipì sui siti pompeiani .. ...sia intervistato, pronunci giudizi storico-politici, indichi problemi e soluzioni per il paese, sentenzi che si debba cambiare la Costituzione, dà la misura, è specchio esemplare del livello di putrefazione cui han ridotto il paese i vent'anni di cancrena berlusconiana di connivenza e omertà bipartisan, che ha nel governo in carica la sua piena, suprema e solenne consacrazione. 
 
 
 
15.6.2013 
 
versus vulgares divulgatores 
(v.infamia in pillole) 
 
 
 
Vedi come precipita e si schianta a terra-terra, e si rivela, quando trasvola dai cieli empirei economicistici alla varia umanità? Come gli asini volanti. 
La differenza che caratterizza la  passione autentica  per l'economiai  è l'umanesimo che l'ispira e gli dà senso e valore, mentre quella di mestiere di lorsignori è fine a ..se stessi. 
 
Secondo me l'intero decalogo di orrendi latrati del perfetto latrocinio sta già tutto nel linguaggio, e contenuto, non errato, ma fraudolento, della prima pillola. 
Se un tizio presta a caio, affamato, un chilo di pane a patto che non fra cinque anni ma giorni, gliene restituisca un chilo e mezzo, questo non è e non si chiama un prestito, ma un ricatto in-fame, per l'appunto. 
E se caio non glielo ridà fa la parte dell'obbligo suo, non disonora un impegno, ma onora e riscatta la propria e umana dignità. 
 
Ci creda o meno, glielo dico francamente. Di getto, come non si fa. 
Questa non è divulgazione, questa è volgarità. Bella e buona. 
*(v. post delle' verità economiche in dieci pillole per il volgo' 
"Ritorno alla Lira for Dummies") 
 
............................................................. 
 
 
15/06/2013 
 
 
vs villanus 
 
Qundi Ella conferma che gli altrui commenti son strampalati e gagliarde le Sue argomentazioni. 
Che Signore! eh beh..la classe non è acqua! 
Lo dice il nome stesso.  
........................................................... 
 
 
Ma che fa..demonizza i mercati finanziari? 
Anatema su costui! ha bestemmiato! 
I mercati famigerati, la vecchietta che investe in titoli la pensione, speculano, tirano a guadagnare, è il mestier loro..non son mica dame di san vincenzo, enti di beneficenza! 
eh! 
............................................................................................................. 
 
 
quindi, i "mi piace"( dati al mio post qui sopra, si spiegherebbero come di squattrinati) 
ed il pensiero di chi non ha 'valuta' non ha 'valore'? 
non dico contrari, ma farne sinonimi, come sparata, la sua, lo ammetto, non è da meno delle mie  
ma viva la sincerità! anzi sa cosa le dico? lei rispecchia la realtà 
non lo dico sempre io che il pensiero è ideologico o non è? che è funzion del conto in banca? 
se non altro lei non lo nega ma ne è conferma ..speculare 
PS. (ammesso e non concesso ch'ella sia tanto benpensante quanto benestante) 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
e non ti dico i salari! ( rispetto ai titoli di stato che al netto delle tasse avrebbero  "un rendimento al di sotto dell'inflazione") 
questo significa che il prenditore ti restituisce assai meno della vita che gli hai dato  
quanto allo stato, farne uno che sia capace ed efficiente, e magari giusto e onesto, che ne dici? 
 
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
 
battuta per battuta (bonariamente acuminata la tua [domani vengo da te io senza tetto e mi dai 200mila E che non ti ridò, sei d'accordo ,no?])  
potrei dirti, volentieri! però, spiacente..vedi Condorcet replied to me sul nesso no profit-conti in rosso  
fuor di battuta, non dico mica di far eccezione né d'essere un gesù, ma proprio perché è l'avarizia o la venalità in sé (e quindi in me) il problema, la soluzione è politica  
un tetto sopra la testa per tutti! se lo meritino o se lo possano comprare o no, perché gli spetta, per l'umana, e civica, dignità, in sé e in loro 
 
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
nel film che vedo io è lo Stato garante della rendita dei due millanta euri delle banche e di tizio, come esattore del pizzo dai cittadini 
( non "chi ha due euri di risparmio" garante di stato-banche) 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
 
Lo Stato si è orrendamente indebitato perché ha deciso lui di farlo, come ci è stato spiegato e come gli hanno caldamente consigliato gli esperti in materia e addetti ai lavori. 
Per la ragione sostanziale, pontificano, spacciando per scienza i loro pregiudizi, dogmi e idiosincrasie, che 'lo' Stato è e non può non essere che la propria degenerazione e corruzione, che la patologia è la sua fisiologia, e che l'homo politicus o scilipoticus, o il pubblico, è per definizione mariuolo, mentre l'homo economicus, o il privato, chissà perché, no. 
La cura quindi è la soppressione del malato. Cioè che ceda il portafogli, in primis, al privato onde garantire che questi non veda onorato il proprio credito coi coriandolini dei ladri di stato, ma con gli interessi veri del sesquipedale, granitico ed eterno debito pubblico. 
Se 'questo' Stato fosse davvero  lo Stato, cioè i Cittadini, e non da e a loro alienato, non se lo sognerebbe nemmeno di farsi prestare i soldi dai privati, ma manterrebbe intera ed esclusiva la sua-loro sovranità monetaria, e farebbe l'esatto contrario. 
Gli 'strozzini', tu dici, fanno il mestiere loro, è normale. 
Ma è lo Stato che non fa il suo! E non si troverebbe a dover pietire prestiti col cappello in mano presso predatori vari che sempre più dovrà ma mai più potrà rimborsare con la sua carne e il suo sangue, ovvero la macelleria sociale dei cittadini convertiti in sudditi, se lui stesso deliberatamente non si fosse messo nei loro artigli o, rectius, non fosse diventato quegli stessi artigli. 
............................................................................. 
 
La protestata volgarità non era motivata poiché per me evidente per sé. 
Ma a gentile, altrui, richiesta, rispondo. 
Resto allibito della caduta di qualità, e di stile, quando ex eadem cathedra si passa dalla materia ostico-tecnica, che ispira rispetto e persino timore reverenziale, al politico-sociale, in cui, coll'alibi e il pretesto di divulgare, si fa sfoggio e dà libero sfogo ad un tal repertorio di verità prêt-à-porter, per partito preso, rozzi luoghi comuni e giudizi sommari come esecuzioni..che altro che il bar dello sport! 
Nell'altra replica ho grossolanamente esposto la mia opinione. Come tale..opinabile. 
Ma le confutazioni della quale, sovente spocchiose, liquidatorie e supponenti, giacché son capadura e capatosta, non mi han mai persuaso. 
Punto di vista peraltro sostenuto con ben altra dovizia di argomenti e competenze da esperti del ramo d'altra scuola dell'inclito e colto. 
Però, se per il solo fatto di nutrirli, prima o in luogo di confutarle, i loro assertori son catalogati, nel migliore dei casi, quali minus habens, babbei, sprovveduti o (in)utili i-dioti, vien naturale l'impulso di ripagar con la stessa moneta e gli interessi senza argomentare, in maniera diretta, nel merito, poiché merito non c'è, né del che né del chi. 
 
(21.6.2013) 
 
Confutazione punto per punto 
Raddrizzamenti per capovolti. 
 
1)Riguardo il primo punto. Fatto!  
Non si chiami  divulgazione del vero la nobilitazione del falso. 
Ovvero non si chiamino clausole, leggi di natura, scientifiche, le trappole del Contratto.. Sociale. 
Ad esempio."L’istituzione chiamata a garantire il potere di acquisto della moneta è la banca centrale". 
Io potevo pure dire che è Assuntina.. Importante è vedere cosa c'è dentro il nome.  
E per me è ovvio che c'è la 'istituzione' che può garantire le migliori condizioni di reciprocità fra i cittadini.  
E cioè loro stessi. La Cittadinanza. In una parola sola, lo Stato.  
Come mai invece è la banca centrale, scritta pure minuscolo? Qualcosa non va. 
...Infatti un attimo dopo ci ritroviamo con un governo dissipato in cui il ministero delle Finanze è in mano a un malandrino.  
Attenzione! Può capitare e può anche essere la prassi, l'andazzo, ma non è la Regola!È l'eccezione, la sua violazione.  
Non fa testo! La regola è ch esia un galantuomo. Che sappia il fatto suo. Ce l'abbiamo messo apposta.. 
Se no è già successo che il Governo non è più lo Stato, cioè noi stessi. Che siamo scissi. 
Non si sa che c'entra, ma capita anche, ci si dice, e c'era da aspettarselo d'altronde, che il debitore stia scannato  
peggio di quando ha preso il prestito e che non ti può ridare più una lira...euro, pardon! 
Certo.. non fa piacere! Ma non può! magari!.. ma non ce l'ha.  
Ma non si sa perché lui è detto "rinnegato" e la cosa "fregatura". 
 
 
 
2)Ed è detto "latrocinio" un atto di Governo che alzi a due biglietti invece di uno il prezzo del pane.  
Che cambia? Lo Stato il danno lo fa a noi, cioè a se stesso. 
Quanto al privato. Ti ridò il denaro che mi hai dato. Se mi hai dato un chilo d'oro un chilo d'oro ti rido.  
Non un chilo e un etto perchè adesso vale meno. Il prestito è questo. Se volevi l'equivalenza perfetta dovevi riprendertelo subito.  
Cioè non fare il prestito! O se no lo indicizzi. Ad andare e a venire, però. 
Invece, che lo Stato garantisca contro l'usura,  perché un portafogli può diventare di un altro uomo, ma un uomo no! 
lo chiamano "rubare interessi e capitale" al risparmio. Scienza o truffa, divulgazione o 'imbonizione'? 
Non si può confutare la tautologica verità che uno stato-popolo sovrano non può fare fallimento, che violando il principio d'identità,  
equiparandolo a quello del privato, onde evitare il quale è attribuito a Lui, a noi, il debito..Pubblico, e al privato il Credito. 
Son tutt'uno la loro idea di Stato e il loro ideale stato privato. Non li schiodi. Non c'è verso. 
Ecco dove si voleva andare a parare procedendo a testa in giù. 
Ergo! "aver sottratto ai politici la sovranità monetaria ".. vuol dire averla tolta a noi, la Finanza Pubblica. 
Ed ha realizzato, garantito, non "annullato", la licenza della cricca di rubare su scala massiccia. E la moneta unica su scala Europea.  
A garanzia dello strozzino, la finanza privata. 
 
 
 
3)Quelli che latrano contro una banca centrale sotto controllo 'pubblico', non "politico", sono compari e servi di professione di coloro che ce ne hanno de-privati. 
Che non esclude, anzi comporta, aver fatto il vuoto assoluto nella propria scatola cranica. 
Altrimenti come si fa a sostenere che sono i "cittadini normali"( la vecchietta!), che stanno in mutande, il mercato e i creditori? 
E che col ritorno alla lira lo Stato li frega, se sono 'loro', lo Stato! Lo fanno a se stessi il gesto dell'ombrello? 
O a dissuaderneli con la minaccia che finirebbero in mutande? 
Siccome 'io' sono educato, posso dire che il mio cointestatario-stato sul mio conto corrente  
può rubacchiarmi solo il fuori fido e il rosso sempre fissi, giorno e notte.."per quanto mi consta" 
Ma non vuol dire che sono un caso a sé. Anzi, siamo sempre più la stragrande maggioranza.  
E pazienza!... Ma quel che non ci va giù, a noi Repubblica Italiana, è essere responsabili in solido dei crediti di un'infima, toto sensu, lobby. 
Che gli piaccia o meno. E per quanti ciarlatani imbrattacarte, al soldo loro, divulghino nelle fiere per gabbar la brava gente. 
 
 
18.6.1
 
se il mov è come il blog si salvi chi può 
 
sì nel blog  si censurava e come ..come qui 
nel blog di grillo ho personalmente verificato, denunciato e patito la pratica di una censura bie ca, becera e ottusa non contrastata e persino praticata dai cagnolini da guardia dello staff e ignorata se non patrocinata dai due boss, finché, all'ennesimo post respinto e indirizzo mail bruciato, non si è verificata una perfetta intesa e coincidenza fra la loro volontà di sbattermi fuori e la mia di non metterci mai più piede, come in effetti ho fatto 
se il non-partito dovesse essere come il blog si salvi chi può 
il mio grido di guerra era, a mo' di sberleffo, il saluto con squittii e pigolii di giubilo delle cagnoline, con cui era accolto puntualmente un megababbeo di iperliberista from Ammerika, 
ciaooooo staaaarrrr!!!!!!! 
 
------------------------------------ 
 
ai tempi del boom.... 
 
addì 7.5.12 
Proprio questa gran messe di voti  può segnare l'inizio della fine del moVimento. Siccome dentro il gran calderone  c'è di tutto e il contrario di tutto, visibilità e dimensione nazionale  scateneranno  contraddizioni e divergenze, faide, scomuniche, purghe, gogne, vendette, esodi e tradimenti.  
E nel giro di una stagione, il movimento potrebbe esplodere e volatilizzarsi, puff ! come un palloncino.  
 
Bisognerà decidere.  Dipendenti pubblici o partite iva, euro ed europa o fuori,  e piaccia o no, destra o sinistra, stato e stato sociale o mercato, liberismo e anticomunismo viscerale o democrazia sociale. Se i nemici della società siano falsi invalidi, pensionati e sindacati o grandi manager, banchieri, evasori e boiardi di stato. 
Senza sintesi, non c'è progetto, né azione.  
E potrebbe venir fuori  che Uno vale tutti.  
E che si campa alla giornata, nell'adorazione del mahatma e rimasticazione dei suoi mantra. Unico tessuto connettivo.  
 
E tuttavia, dico benedetti questi voti e grande merito e onore a Grillo se segnano la fine di quello sconcio della lega e della Cloaca delle libertà e uno schiaffo in faccia al PD pavido, omertoso e complice.  
 
Ma, come diceva Gengis Kan, è facile conquistare un impero a cavallo, difficile è smontare e governarlo. E qui la vedo scura parecchio.  
Può darsi che mi sbagli. Staremo a vedere  
E non credo nemmeno che dovremo aspettare molto. 
--------------- 
 
addì 18.6.13 
P.S. ...solo un annetto! 
 
 
 
 
Da Formigli  
 
Quanto fanno schifo.  
Ma schifo, schifo, schifo.  
C'è Veltroni, obbligatorio, un suo zerbino personale travestito da giornalista e poi, siccome in tv si vede poco, un bambino di 6 anni e mezzo, Mentana, che non solo non è.. ma come ride male! direbbe Napolitano-Crozza.  
In esterna il fotografo, Toscani, che è il meno peggio, pensa te.  
Dice a Veltroni che è l'esempio dei politici che non staccano mai dalla sedia il deretano. E quello replica, pacato, che lui fa la politica per passione. Pensavate per la pagnotta e ambizione?  
Per cambiare, puntata sui 5S. Intervista a una dissidente che non sta nella pelle, posa come una diva sul tappeto rosso, gode e ridacchia e si liscia i capelli in continuazione, segno certo di narcisismo titillato. Il famoso punto g. rillo.  
Veltroni dice che ha dato la sua vita per un partito riformista. Riforme! n' importa quali. La sua assenza è il "demone" della nazione. L'assenza di una assenza.   
È tutta la vita che non dice niente.  
Ma voltiamo decisamente pagina. Mafia! Il servizio dice che Schifani, Alfano, etc etc  hanno fatto vacanze e festini lussuriosi aggratis con la Valtour. Paga Cosa Nostra.  
Veltroni proclama che la mafia è la priorità assoluta, lui gli dichiarerebbe formalmente guerra. Idem, più o meno gli altri. Fatto!  
E tornano a parlare dei 5S, che parlano di sé, e litigano fra se stessi.  
Reddito di cittadinanza e patrimoniale? Che d'è?!  
..Click!  
Quanto so' triste.   
Ma triste, triste, triste.  
 
 
Ah!..  
Veltroni diceva anche che l'errore storico è stato la contrapposizione berlusconismo-antiberlusconismo.  
Ci voleva l'indifferentismo.  
Come fanno adesso, finalmente, quei marpioni dei 5 esse!  
Capito? quello violentava le leggi, ci aveva un partito suo privato e privatizzava il parlamento, aboliva l'eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, il popolo sovrano e la democrazia, insultava e sputava contro loro, giudici, popolo, tribunali, faceva olgettine galanti ed eleganti nelle residenze di stato, prendeva per il qulo l'universo mondo, metteva in pratica personalmente tutti gli articoli del codice penale, ci riempiva di coatti, santanché, fasci, etilisti padani, frammassoni e picciotti, intanto che faceva il presidente del Consiglio, d'Europa, del G8, della bicamerale, del Milan, del centrodestra, della p2,p3,pn e a breve della Commissione per la Riforma Costituzionale e della Repubblica Presidenziale ...e noi ...             
come se niente fosse, zitti, fuurbi, dritti, come se non ci fosse, a guardar da un'altra parte, a fischiettar col naso per aria e le mani in tasca, senza nemmeno nominarlo mai! chi lo conosce! e mica so' affari nostri!  
Allora sì che avremmo vinto e salvato il paese!  
Invce, per colpa dei soliti fessi, che ci avevano la fissa de pigliasselo de petto, guarda un po' come è ridotto.  
Ah, Veltroni! incompreso statista.  
Per fortuna che c'è Renzi adesso a ricevere il testimone.  
Ci vuol tanto a capirlo, che se vuoi batterlo il Nemico devi essere uguale a lui?  
Identico!  
..................................................................  
 
 
cri-cri al crepuscolo  
 
 
Ma quali toni!  
I toni vanno benissimo!  
So' i contenuti che so' assenti.  
 
...................................................  
 
 
La sapete la storiellina?  
Durante l'assedio della Bastiglia gli assedianti mandarono su una delegazione a trattar col Comandante della Guarnigione un anziano elegante e raffinato conte della migliore nobiltà parigina.  
Non appena gli furono davanti disse loro che poiché era già a pranzo coi suoi ufficiali gli avrebbero fatto cosa gradita se avessero voluto farli l'onore di unirsi a tavola con loro.  
Invito accolto.  
Intanto di sotto, poiché aspetta aspetta i delegati non si vedevano più, decisero di mandare una nuova delegazione perché accertasse e riferisse.  
Nuovo invito e nuovi coperti.  
Novo aspetta aspetta e nuova delegazione.  
E così via..fino ai tempi nostri.  
 
-----------------------------------------------------------------  
 
 
"Ci sono stati modi di comunicare prima delle elezioni, in campagna elettorale, che sono andati benissimo. Dopo però, ora che noi siamo dentro le istituzioni, qualcosa deve cambiare"  
......................................................................................................  
 
E certo! ..ora che 'noi' siamo dentro.. "non spingete, cribbio!!"  
Più chiaro di così? Beata ingenuità e viva la sincerità. Fa quasi tenerezza.  
Eh sì, qualcosa deve cambiare...  
Il vincolo di mandato! Bisogna metter(glie)lo. E bello stretto pure.  
E se, in coscienza, hai da obiettare, liberissimo!  
Però prima ti dimetti. Vai fuori.  
Ma non dal Partito. Dal Parlamento.  
E obietti quanto ti pare.  
Così dai la prova di quanto ci tieni alla tua idea.  
 
..................................................................  
 
Stanno lavorando, nella congiura del silenzio (ma non aveva allestito una task force ad hoc il guru della comunicazione?), all'elaborazione dei testi di tanti bei progettini di legge che saranno tranquillamente ignorati dalla maggioranza di questo parlamento la cui formazione con spocchioso sarcasmo hanno previsto e imposto?   
Ma cose così dicevano di farle anche quelli del PDPDL. Sembra di sentir loro.  
Stanno lavorando per noi. Scusiamo il disagio. Lasciamoli lavorare.  
 
------------------------------------------------------------------------------------------  
 
".. il Pd è sembrato negli ultimi 20 anni una partito decente perchè dall'altro lato c'era Pdl"  
 
A me non è sembrato!  
Il PD "è stato" un partito indecente, perché 'a suo lato' c'era, e c'è, il PDL, in questi ultimi venti anni. Anzi un non-partito!  
Come il 5S negli ultimi mesi.  
 
-------------------------------------------------------  
 
Arrendetevi tutti!  
Vi siete circondati!  
 
----------------------------------------  
 
Niente streaming!  
I panni sporchi del partito si lavano in famiglia, Compagni!  
Nella più pura tradizione vetero-centralista.  
A meno che non siano quelli di Bersani..  
 
 
18.6.2013 
svincolo di mandato 
 
Sorprende...anzi, non sorprende affatto che tra cotanti affetti da furore costituzionalistico, non se ne conti uno, cui sia mai venuto in mente di dare una sforbiciatina all'unico articolino della nostra costituzione, il 67, che aggiornerei volentieri nella parte che dice  "Ogni membro del Parlamento .. esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato". 
2002 
 
L 'assenza di vincolo di mandato prevista dalla Costituzione ..tutela il primato dell'interesse nazionale . Ma sono tutte da approfondire le questioni se, chi delega rinunci del tutto anche a qualsiasi funzione di intervento e di controllo e se il delegato non debba rendere conto a nessuno né debba mai decadere o essere revocato, finanche se cambi radicalmente convincimenti e parte politica 
2002 
 
" Strutturalmente" il delegato agisce contro il mandato, è altro dai comuni cittadini. L' "Onorevole" delegato, appunto. 
Qualunquismo un accidenti. La delega… è la minorità, l'opposto della democrazia. 
2003 
 
Formulo voti affinchè non si abbia più a che fare con degli Eletti ... ma con degli eletti, dei revocabilmente delegati dalla Comunità dei Cittadini  all’onore di servirla e ad essa legati con vincolo di mandato. 
2005 
 
…non c'è grillin che tenga. È la delega in sé il male. 
Niente da fare. Se passi da 1000 a 10000 euro mese ..come puoi rappresentar me e non loro, cioè il te stesso ripulito e messo a nuovo? 
Ci vuol proprio il vincolo di mandato. Da subito in domo sua!  
2013 
 
10 anni di coerenza!  
 
19.6.13 
l'incarico a mesina denaro 
 
Ogni volta che vi è una qualsiasi novità nel fottio, la ridda, lo stillicidio di faccendacce sporche e imputazioni dello sterminato campionario di reati del codice penale in cui l'imputato, impunito e prescritto recidivo incallito "naturale" nazionale è impelagato, s'alza su lui o uno dei suoi stallieri, scagnozzi, lavandaie, a rassicurare che la cosa non avrà alcuna ripercussione sul governo. 
Ora, a parte che precisatio e assicuratio non petita puzzolentia manifesta.. 
Ma vi sembra possibile che in questo pi sciaturo di paese si dia come una cosa naturale, accettat, che vi sia un nesso tra le sorti del governo e quelle giudiziarie di un singolo privato individuo? 
Che nessun mastro di penna del culturame nazionale urli al mondo la schifezza di tal marciume? 
Contestualmente infatti il gasparri di turno dichiara che se una condanna definitiva arriverà in porto tutti i parlamentari in massa si dimetteranno. 
Cioè l'esatto contrario di quanto assicurato. 
Finché il governo funziona come arma di ricatto, bene. 
Altrimenti un minuto dopo non c'è più. 
E il prossimo incarico il Quirinale lo darà al nipote di Mesina Denaro. 
 
 
20.6.2013 
 
che palle sti omi 
 
Dolce e Gabbana un anno e otto messi con condizionale e 500 mila provvisione per frode fiscale di un miliardo di euro 
----------------------------------------------------------------------------------------- 
calma, calma.. 
le 500 mila euro sono solo provvisionali, 
vedrai che in via definitiva..gliele riducono 
........................ 
eh già! 
quando si tratta di Lorsignorini ci vanno molto delicati e cauti 
anche per Redazione del Fatto Q. il reato resta "presunto" persino dopo la sentenza 
che lo ha trasformato in realtà conclamata, verità giuridica, Fatto! 
vuoi scommettere che se si trattava di Pinco Pallino non scrivevano  
che gli hanno trovato 10 presunti grammi di hashish nell'auto? 
............................................... 
 
perché invece gli omofili non le fanno le battutine, e pure battutacce, sugli etero? 
è squallida pure la mancanza di senso dell'umorismo 
se a proposito della Giuseppa Idem che ha evaso mi congratulo per il cambio di rotta 
dovuto all'aver affidato i remi della barca di governo all'ariano rigore in quota rosa, 
sono razzista coi cugini crucchi, con le femminucce e coi canoisti?  
 
 
23.6.2013 
 
 
facili trionfi 
 
fate come volete, grillastri,  ma mi domando, com'è che date 270 'mi piace' a un tale commento, 
a una tale semplicistica e scontata affermazione, 
che sostanzialmente consiste in un entusiasta e devoto 'sono d'accordo con te, Grillo!'? 
se basta questo chez vous  per riscuotere di tali trionfi, c'è di che stare preoccupati per davvero 
--------------------------------------- 
 
Idem..come quegli altri 
 
 
Devo congratularmi ancora con le mie brave vecchie antenne che non fallano mai. Vederla, e sentirla nominare (..ministro!) per la prima volta, e trovarla odiosa, fu un tutt'uno. 
Ora la immediata superflua conferma. 
Si dovrebbe dimettere sì..ma per il ridicolo. Andarsi a nascondere. 
Ma come fa un'entità virtuale, un avatar, un fantasma, uno spot promozionale, una bella statuina? Non vive mica di vita propria. 
Non sa parlare l'italiano il ministro italiano, e transeat. 
Ma non sa neanche leggere. 
Ed è così sincera che le sue dichiarazioni personali gliele ha scritte un'altra persona. E precisamente la ricciolona paffutella che le sta accanto. 
Guardate com'è in apprensione e come assente quando quella a forza di incespicare riesce alfine a farfugliare qualche passaggio chiave del pizzino predisposto. 
La sua autodifesa la fa l'avvocato. 
E così per tutto. Lei non sa. Lei non fa. Sta lì per figura. Fa tutto lo staff. La differenza col rappresentante dilettante a 5S è che il grillino lo staff non ce l'ha. 
Al ministero coma a casa sua affida altrui gli adempimenti suoi. 
Però si raccomanda che sia tutto nella legalità, pensa un po'! 
E se non c'è e non c'è stato, sempre un altro sanerà..ad posteriora! 
Ovvero non si dimetterà! resta coi remi in barca 
Per non tradire la fiducia e le disposizioni di persone che fanno conto e pure i conti su di lei. Lo sponsor!..che hai capito! 
D'altronde non c'è mica venuta da sola, ce l'hanno mandata al governo di questo paese. 
E, a 'quel' paese, ce la mando molto volentieri e di gran carriera anch'io. 
 
 
Ruby: 7 anni. Il condannato governa. 
 
A me sembra che un quasi ottantenne che se la fa con una minorenne 
e il capo del governo che abusando della propria carica istituzionale 
costringe funzionari dello Stato alla violazione dei propri doveri di ufficio,  
siano cose serissime, tragiche. 
Sette anni e interdizione perpetua. 
Al momento le cose stanno così. 
In questo processo e in tutti gli altri con le condanne già date o a venire. 
 
L'imputato è colpevole, quei reati li ha commessi. 
La verità, i fatti, pubblici, conclamati sono questi. 
La non colpevolezza è mera presunzione. 
Quel che è certo e oggettivo, provato e sentenziato, 
è il comportamento criminale di un uomo politico 
che governa ancora il paese,  
con una coalizione patrocinata dal Quirinale, 
senza legittimazione e contro il mandato elettorale. 
 
26.6.2013 
 
incontro presidente-delinquente 
 
 
Questa sì che è una notizia, di concorso di reato! 
Il capo dello Stato, dopo quello del governo, incontra un pregiudicato. 
All'indomani della sentenza che lo ha interdetto in perpetuo dai pubblici uffici. 
E lo fanno passare come colui che, compreso dei problemi e del supremo interesse del paese, non si rivale sul governo del suo calvario giudiziario. 
Danno questa narrazione della vicenda. La sua. Lo spergiuro conclamato e amnistiato. L'esatto contrario della onesta verità. 
E non lo fa cadere no, il governo, quello! 
È il suo ricatto, il suo salvacondotto, la sua guarentigia, la sua immunità e extraterritorialità diplomatica, la sua pistola puntata alla tempia dell'opposizione e delle Istituzioni fino ai massimi vertici. 
Sono loro che non possono dire di no. Che non possono dirgli, spiacenti, ma dobbiamo chiederle di farsi da parte. Che devono 'trattare'. 
Con lui e come lui si difendono 'dai' processi e attaccano la Magistratura. 
Già l'incontrarlo è accreditarlo perseguitato l'interdetto, il delinquente 'naturale', l'avanzo di galera. Pensano di ripulirlo mentre se ne palesan sozzi fino al midollo. Fa parte del patto indicibile, degli accordi. 
Loro hanno ri-assicurato lui. Alla fine, per quanto facciano, il modo per evitargli danni definitivi e irreparabili e far trionfare la menzogna e il principio che la magistratura non è affatto libera e indipendente come pretenderebbe, si troverà. 
Se non sarà così, la linea stragista un secondo dopo riprenderà. 
 
 
 
 
 
 
Questa è l'Europa che mi piace! 
 
Ci uniamo solidali ed esprimiamo il più vivo e caloroso apprezzamento per la cordiale omonima espressione di saluto, che, aggiungendo "questo lo capisci?" il nostro euro-concittadino giornalista olandese ha rivolto al nostro rappresentativo rappresentante Raffaele Vaffanqulo, europarlamentare che ha timbrato il cartellino alle 18,30, incassandi l'intera diaria di 400 euro per mezz'ora. 
"Bel lavoro, gli aveva detto, lo voglio anch'io!".